Nel 2011 su proposta del Centro Studi Sereno Regis, nel corso della XXIX edizione del Torino Film Festival viene assegnato per la prima volta il premio gli occhiali di Gandhi.

Tale riconoscimento intende valorizzare il documentario o il film d’invenzione che meglio interpreti la capacità di affrontare i conflitti mediante la nonviolenza, come se il mondo venisse osservato attraverso le lenti del Mahatma: uno sguardo che non si ritrae dalla lotta per la giustizia, ma rispetta l’avversario con la forza della verità e con la mitezza dell’amore.

In un pianeta affranto dalla disumanità della guerra, dell’oppressione, delle discriminazioni, del degrado ambientale, lo scopo dell’iniziativa è promuovere una civiltà di pace, di solidarietà e di impegno sociale all’interno dell’universo del cinema, in modo particolare fra il pubblico delle generazioni più giovani.

Il progetto è coordinato dal socio Dario Cambiano ed è anche raggiungibile sull’omonima pagina Facebook.