Caricamento Eventi

« Tutti Eventi

  • Questo event è passato.

Mai più Hiroshima e Nagasaki

sabato 5 agosto | ore 21.00 - 22.00

Cerimonie, letture, canti e meditazione Intorno al simbolo della pace

Ricordiamo le vittime delle bombe atomiche

Ribadiamo il nostro NO alle armi nucleari

Chiediamo all’Italia di ratificare il trattato per la messa al bando delle armi nucleari adottato dall’ONU il 7 luglio 2017

A 72 anni dai bombardamenti atomici sul Giappone, assistiamo ad un inquietante ritorno di interesse per le armi nucleari unito a un’escalation dei conflitti tra potenze nucleari. Attualmente gli Stati Uniti, la Francia, la Cina, la Russia, l’Inghilterra, India, Israele e Pakistan sono possessori “ufficiali” di armamenti nucleari. Questi ultimi tre paesi non hanno aderito al Trattato di Non Proliferazione Nucleare, che dovrebbe in teoria regolamentarne e limitarne lo sviluppo. Diversi altri paesi stanno compiendo tentativi di dotarsi di armi nucleari o si stanno dimostrando interessati.

In Italia sono custoditi diversi ordigni atomici, nelle varie basi Nato disseminate sul territorio.

La questione del riarmo nucleare si pone nel contesto di un aumento generalizzato della violenza come metodologia d’azione: la violenza è sempre più accettata come metodo di risoluzione dei conflitti, siano essi personali, sociali o politici, dalle relazioni tra i singoli al livello internazionale.

Continua la crescita, anche se lenta, delle spese militari nel mondo: il totale è di 1.686 miliardi di dollari. In Italia c’è stato un deciso balzo in avanti dell’Italia (+10% dal 2015 al 20161).

Occorre invertire la rotta, chiediamo investimenti nei settori della salute, dell’educazione, del lavoro e dell’ambiente invece che in quello militare.

Poiché l’esistenza stessa delle armi nucleari è universalmente riconosciuta come una terribile minaccia per la vita di milioni persone, chiediamo al nostro governo di lavorare perché queste armi siano ripudiate e di attivarsi perché vengano ovunque abolite; in questo contesto chiediamo che l’Italia ratifichi il Trattato per la messa al bando delle armi nucleari adottato dall’ONU il 7 luglio 2017, in coerenza con l’art.11 della nostra Costituzione.

Per info: 3356695959 – [email protected]

Promuovono la serata

Casa Umanista di Torino, Il Messaggio di Silo, con il patrocinio del Comitato Regionale per i Diritti Umani

Aderisce e organizza

Coordinamento cittadini, associazioni, enti e istituzioni contro l’atomica, tutte le guerre e i terrorismi

così composto

Consiglio Regionale del Piemonte, Consiglio Comunale di Chieri, Consiglio Comunale di Rivalta, Consiglio Comunale di Torino

ACLI Provinciali di Torino, Acmos, Ambiente Scienze Circolo Culturale, ANPI della sesta sezione di barriera di Milano Renato Martorelli, ANPI provinciale torino, ANPI sez. Nicola Grosa di San Salvario, ANPI Sezione di Ivrea e Basso Canavese, APE CONFEDILIZIA, ARCI, Assemblea Spirituale Locale dei Baha’i di Torino, ASSIDAT COLF, Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII Zona Torino-Liguria, Associazione Good Samaritan ONLUS, Associazione IL MANIFESTO DI TORINO, Associazione Radicale Adelaide Aglietta, Attac Torino, Benvenuti in Italia, Casa Umanista, Centro documentazione pace di Ivrea, Centro Esperanto di Torino, Centro Gandhi Ivrea, Centro Italiano Femminile della Regione Piemonte, Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti, Centro studi Sereno Regis Torino, CGIL Torino, Chiesa di Scientology di Torino, Chiesa Evangelica Valdese di Torino, CIFA Onlus, Circolo PD 8 – San Salvario, Cavoretto, Borgo Po, CISL Torino, Collettivo Azione Pace onlus , Comitato Collaborazione Medica CCM, Comitato di cittadinanza attiva Rivalta Sostenibile, Comitato Locale di Torino di un Ponte Per, Comitato Pace e Cooperazione Internazionale di Chieri, Comitato provinciale Acqua Pubblica Torino, Comitato Senzatomica, Comunità S. Rocco, Consorzio Ong Piemontesi, Coordinamento Comuni per la pace della provincia di Torino (Co.Co.Pa.), Coordinamento di Libera di Ivrea e Canavese, Coordinamento NonSoloAsilo, Delegazione Piemonte dei volontari di Servizio Civile Nazionale, DI-SVI (Disarmo e Sviluppo), Donne in nero, Emergency Torino, FIDAPA – BPW Italy – sezione di torino, FIDAPA BPW Italy Nazionale, Focsiv, Fondazione Istituto piemontese A. Gramsci, Gruppo ASSEFA Torino, Gruppo interreligioso Insieme per la pace di Torino, il Foglio – mensile torinese, Interdependence, Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai, LABORATORIO PER LA PACE di Galliate, Legambiente del Vercellese, LVIA, MIR-MN (Movimento Internazionale della Riconciliazione – Movimento Nonviolento), Movimento dei Focolari, Movimento per l’Autosviluppo, l’Interscambio e la Solidarietà – MAIS ong, Nessun uomo è un’isola ONLUS (museo Le Nuove), Noi siamo con voi (coordinamento), Nuova Cultura di Pace, Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, Partito Umanista, Pax Christi, PD provincia Torino, Pro Natura del Vercellese, Pro Natura Torino, Religions for Peace Italia, RETE21Marzo, RETE-ECO (ebrei contro l’occupazione), Sermig – Fraternita’ della Speranza, UIL Torino, Viviamo Ivrea

Primi firmatari:

Mauro Laus, presidente del Comitato Diritti Umani del Consiglio regionale del Piemonte, Aldo Bertinetti, Andrea Giorgis, Anna Rossomando, Chiara Gribaudo, Davide Mattiello, Enrica Valfrè, Enzo La Volta, Fabio Gosetto, Fredo Olivero, GianGiacomo Migone, Giorgio Ardito, Giorgio Merlo, Giovanni Avonto, Laura Onofri, Lorenzo Gianotti, Magda Negri, mons. Luigi Bettazzi, Paola Bragantini, Pietro Marcenaro, Sergio Chiamparino, Silvana Accossato, Umberto D’Ottavio, Valentino Castellani.

1 dati 2016 SIPRI – Istituto di Ricerca per la Pace di Stoccolma

Dettagli

Data:
sabato 5 agosto
Ora:
21.00 - 22.00
Evento Category:
Evento Tag:
, ,