Caricamento Eventi

« Tutti Eventi

  • Questo event è passato.

FEMMINILE PLURALE. Memoria, spiritualità, violenza e nonviolenza in cammini di donne 

giovedì 8 marzo | ore 17.00

| Ingresso libero

Io mi sento di casa in tutto il mondo, ovunque siano nuvole e uccelli e lacrime umane
Rosa  Luxemburg

Introducono:

Angela Dogliotti – presidente del Centro Studi Sereno Regis
Elsa Bianco – Gruppo interreligioso Insieme per la Pace

Inaugurazione della mostra Donne Premio Nobel per la Pace (In esposizione venerdì 9, dalle ore 10 alle ore 20 e sabato 10, dalle ore 10 alle ore 18)

Intervengono:

Rita  Sperone – Coordinamento Donne Val Pellice
Donne per la pace

Estela Robledo
Per  non dimenticare: La resistenza collettiva delle donne nelle carceri argentine durante la dittatura

Antonietta Potente
Donne non si nasce ma si diventa

Musica:

Laura Milano, Giulia Marasso e Maria Adelaide Negrin (Trio Vocale)
Miguel Angel Acosta (voce e chitarra)


Info: 011.4474572 – email: [email protected][email protected]


INFO su gruppi organizzatori e partecipanti

*Centro Studi Sereno Regis

E’ una ONLUS  che promuove programmi di ricerca, educazione e azione sui temi della partecipazione politica, della difesa popolare nonviolenta, dell’educazione alla pace e all’interculturalità, della trasformazione nonviolenta dei conflitti, dei modelli di sviluppo, delle energie rinnovabili e dell’ecologia. Il Centro Studi è stato costituito nel 1982 su iniziativa del Movimento Internazionale della Riconciliazione (MIR) e del Movimento Nonviolento (MN), attivi nella nostra regione sin dalla seconda metà degli anni ’60.Dopo la prematura scomparsa di Domenico Sereno Regis, avvenuta nel gennaio 1984, il Centro fu intitolato alla sua memoria per sottolineare la continuità di impegno sui temi della nonviolenza e dell’obiezione di coscienza.

Il Centro Studi Sereno Regis si pone come una struttura aperta alla collaborazione con altre associazioni e realizza le sue attività grazie al concorso delle socie e dei soci, delle collaboratrici e dei collaboratori, di giovani in servizio civile, volontari/e e grazie al contributo economico di privati, di Enti Locali, della Fondazione CRT e della Compagnia di San Paolo

*Gruppo interreligioso Insieme per la pace

Nato nell’ottobre 1996 in occasione del decimo anniversario dell’incontro interreligioso di Assisi.

Il gruppo è formato da appartenenti a diverse tradizioni religiose che lungo il cammino sono state: buddhismo, cristianesimo, ebraismo, fede baha’i, hinduismo, islam, con l’auspicio che con queste altre tradizioni siano via via  rappresentate.

Sorretti dalla convinzione che la pace è valore presente in ogni fede e in ogni cultura, anche se occorre riconoscere  che le religioni non sempre nella storia sono state vie per la pace. Il senso del loro impegno:

“Riteniamo che il dialogo interreligioso sia una delle tante vie di pace: la nostra via”.

Dal 2002, da quando è stata istituita la Giornata del Dialogo Cristiano-Islamico, ha sempre realizzato iniziative in diversi ambiti della città coinvolgendo esponenti delle due tradizioni religiose su tematiche e con modalità differenti.

Il Gruppo pratica l’esperienza del silenzio – da oltre sei anni – come un tempo dedicato allo sviluppo della consapevolezza, della spiritualità, della nonviolenza, nel rispetto delle diverse convinzioni, appartenenze e tradizioni religiose. Propone l’opportunità di uno spazio aperto a tutti coloro che – di ogni fede o di nessuna fede – desiderano ritrovarsi per pregare, meditare, ascoltare, comunicare, secondo la propria pratica spirituale di riferimento.

*Coordinamento Donne Val Pellice

Formato da sette Associazioni – che a vario titolo –  sono impegnate  a offrire assistenza alle donne della vallata vittime di violenza e a diffondere una cultura di pace.

E’ fondamentale nel loro impegno sociale il coinvolgimento delle nuove generazioni

nell’educazione al rispetto degli uni e delle altre e al rifiuto della violenza.

Il Coordinamento – con la mostra Donne Premio Nobel per la Pace – vuole rilanciare il messaggio di queste donne e farne conoscere i volti e l’impegno

*Antonietta Potente

 Teologa e già docente nell’area della teologia morale in alcuni centri di studio teologico e facoltà in Italia, ultimamente ha insegnato etica comunitaria e interculturale all’Università Cattolica Boliviana di Cochabamba in Bolivia dove vive dal 1994. La sua esperienza di ricerca teologica nasce da contesti culturali e di vita che ispirano profondamente il suo pensiero e le sue pratiche di scrittura. Coinvolta nel cammino del popolo boliviano, ha condiviso e accompagnato il processo di cambiamento tutt’ora in atto in Bolivia. Attualmente vive tra l’Italia e la Bolivia. Autrice di numerose pubblicazioni – in Italia e all’estero – tra le quali ricordiamo Un bene fragile e La religiosità della vita

*Estela Robledo

Argentina, viene imprigionata subito dopo il golpe militare del 24 marzo 1976 e rimane in carcere sino al luglio del 1979. Daquesta esperienza nasce il libro Memoria del buio, racconto collettivo di 112 prigioniere politiche. Dal 1987 vive stabilmente in Italia. L’attività di Estela in Italia è sempre stata legata alle problematiche argentine: i desaparecidos e il sostegno alle Madres de Plaza de Mayo, attività culturali e di aggregazione rivolte ai connazionali argentini e sostegno ai progetti di cooperazione indirizzati ai settori più bisognosi del suo paese di origine.

*Miguel Angel Acosta

Argentino. inizia sin da bambino, incoraggiato dal padre Don Eustacio, a suonare la chitarra. Nel ‘72 si trasferisce a Cordoba, dove inizia gli studi e allo stesso tempo si propone come solista folk nei locali di città e provincia. Nell’80 integra il gruppo Cantares Cuatro, finalista del festival Pre Cosquin. A partire dal 1984, parallelamente alla sua attività di solista, inizia la collaborazione con il famoso gruppo Quetral. Si trasferisce a Torino nel 1987 e fonda il gruppo Umami, dedito alla diffusione della musica andina e afrolatinoamericana. È notevole l’attività concertistica di Miguel con gli Umami che in 25 anni tengono concerti in tutta Italia e all’estero, con 9 incisioni all’attivo e con cui ha realizzato la Misa Criolla di Ariel Ramirez e Feliz Luna insieme al coro dell’Università di Torino, diretto dal Maestro Sergio Pasteris.

Dettagli

Data:
giovedì 8 marzo
Ora:
17.00
Prezzo:
Ingresso libero
Evento Categories:
,
Evento Tag:
, , , , , , , , ,

Organizzatore

Gruppo interreligioso ‘Insieme per la pace
Telefono:
+39 0114474572
Email:
[email protected]il.com

Luogo

sala Poli
via Garibaldi, 13
Torino, 10122
+ Google Map:
Telefono:
+39011532824