Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Documentario | “Dove bisogna stare” di Daniele Gaglianone

mercoledì 6 Febbraio | ore 20.30

€2.00

Premio gli occhiali di Gandhi 2018. Il regista sarà presente in sala

Mentre la classe politica insegue emergenze e visibilità, c’è un’Italia che agisce quotidianamente per mettere al centro dignità e giustizia. E’ un’Italia plurale e spesso femminile; la raccontiamo in Dove Bisogna Stare.

Georgia, ventiseienne, faceva la segretaria. Un giorno stava andando a comprarsi le scarpe; ha trovato di fronte alla stazione della sua città, Como, un accampamento improvvisato con un centinaio di migranti: era la frontiera svizzera che si era chiusa. Ha pensato di fermarsi a dare una mano. Poi ha pensato di spendere una settimana delle sue ferie per dare una mano un po’ più sostanziosa. E’ ancora lì.

Lorena, una psicoterapeuta in pensione a Pordenone; Elena, che lavora a Bussoleno e vive a Oulx, fra i monti dell’alta Valsusa, e Jessica, studentessa a Cosenza, sono persone molto diverse; sono di età differenti, e vengono da mondi differenti. A tutte però è successo quello che è successo a Georgia: si sono trovate di fronte, concretamente, una situazione di marginalità, di esclusione, di caos, e non si sono voltate dall’altra parte. Sono rimaste lì, dove sentivano che bisognava stare.

Note di Regia/Dichiarazione Autore

Questo documentario racconta di una possibile risposta a questi tempi cupi. Non racconta l’immigrazione dal punto di vista di chi sceglie di partire o è costretto a farlo: è innanzitutto un film su di noi, sulla nostra capacità di confrontarci con il mondo e di condividerne il destino.

Note di produzione

C’è un paese raccontato come terrorizzato dalle migrazioni e violentemente ostile nei confronti dei migranti. Su questa narrazione, una parte del ceto politico continua a costruire la propria identità e le proprie fortune elettorali. Un’altra parte del ceto politico sembra invece incapace di parlare ad un paese spaventato e sempre più aggressivo.

Ma esiste anche un altro paese, che pratica solidarietà e lotta per i diritti ogni giorno, in maniera spesso informale e non strutturata. Non è professionismo, e a volte non è nemmeno esattamente militanza. Dove bisogna stare racconta quattro donne, di età diverse, che in luoghi diversi sono impegnate in attività a prima vista assurde al senso comune o quello spacciato come tale. Donne che appaiono fuori luogo rispetto alla narrazione dominante, quasi incomprensibili. Ascoltando i loro racconti e restituendo il loro quotidiano scopriamo, invece, discorsi e gesti lineari, straordinari nella loro semplicità. Scopriamo che non stanno fuori luogo, ma in un luogo molto reale, nel luogo in cui sentono di avere bisogno di stare.

In opposizione alla retorica folle dell’invasione e della chiusura, e a quella dei raffinati ragionamenti dei benpensanti per mestiere, sono persone come Elena, Georgia, Jessica, Lorena la speranza per provare ad uscire assieme dai problemi e dalle tensioni causate da un fenomeno epocale come le migrazioni, fenomeno che fa emergere con forza le contraddizioni e le ingiustizie della nostra società.


Italia, 2018, 98’’

riprese: HD Proiezione: DCP, Bluray, DVD

Regia: Daniele Gaglianone
Soggetto e Sceneggiatura: Daniele Gaglianone, Stefano Collizzolli
Fotografia: Matteo Calore
Montaggio: Enrico Giovannone
Audio in presa diretta: Val di Susa, Gianluca Tamai; Como, Cosenza e Pordenone, Stefano Collizzolli
Montaggio Suono e Mix: Vito Martinelli
Correzione Colore: Paolo Rapalino
Produzione: Stefano Collizzolli, Andrea Segre
Produzione esecutiva: Simona Chiarello Ciardo, Giulia Campagna, Emanuela Minasola
Amministrazione: Elena Pinton
Comunicazione: Chiara Tringali, Nicoletta Cartocci
Repertorio: Askanews, LocalTeam, Espansione TV

Con Jessica Cosenza, Lorena Fornasier, Georgia Borderi, Elena Pozzallo

e con Andrea Franchi, Jahanzeb Momand, Marina Escosso, Elena Silvia Massara, Monica Gagliardi, Davide Rostan, Renato Sibille, Drammeh Musa, Marilù Sansica

Musiche: Passi (Evandro Fornasier, Massimo Miride) Aria di Berlin (Walter Magri) Rumore rosa (Giorgio Ferrero, Rodolfo Mongitore)

Ringraziamenti: Giuseppe De Mola, Giuseppe La Rosa, Marco Bertotto, Giorgio Gambelli, Matteo Pietrobelli, Alberto Cagol, Sofia Elena Allegro, Don Giusto Della Valle, Sportello Caritas Como, Don Guanella, Sportello Diritti Migranti, Centro Sociale Rialzo, Prendocasa Cosenza

una produzione: Zalab film srl, da un’idea nata in collaborazione con Medici Senza Frontiere in collaborazione con Rai3-Doc3 Annamaria Catricalà e Fabio Mancini

realizzato con il sostegno di Medici Senza Frontiere e Piemonte Doc Film Fund – fondo regionale per il documentario – Piemonte Film Commission

Premio “gli occhiali di Gandhi” 2018


Primo appuntamento della seconda rassegna cinematografia “gli occhiali di Gandhi”. Gli altri appuntamenti:

Mercoledi 13 febbraio, ore 20:30

Blue Heart  di Britton Caillouette

Usa, 2018, 40’. Prima Visione Italiana

I Balcani ospitano gli ultimi fiumi incontaminati del continente europeo. Le lobby dell’energia hanno varato un programma di sfruttamento che prevede la costruzione di quasi 3000 nuove dighe per lo sfruttamento dell’energia idroelettrica. Questo rischia di provocare danni irreversibili ai fiumi, alla fauna e alle comunità locali.


Mercoledi 6 marzo, ore 20:30

di Jordie Montevecchi e Gabriel Manrique

Italia, 2013, 58’

Sandgrains è un documentario sugli effetti della pesca industriale. I grandi pescherecci internazionali depredano i mari incuranti spesso dei limiti delle acque internazionali. Inseguono il pesce con radar e sonar, usano reti chilometriche. I popoli delle coste dell’Africa si vedono espropriati della unica risorsa per sopravvivere…


Mercoledi 13 marzo, ore 20:30

Cultures of Resistance  di Iara Lee

Brasile, 2010, 90’. Prima Visione Italiana

La attivista e videomaker Iara Lee, con una ricerca durata anni, documenta decine di azioni di resistenza nel mondo: spesso è una resistenza nonviolenta, a volte, quando le condizioni culturali e sociali non lo permettono, diventa ribellione violenta. Alle ingiustizie, ai soprusi, al costante tentativo di appropriarsi della terra e delle risorse altrui.


Mercoledi 27 marzo, ore 20:30

Victor Jara, el derecho de vivir en paz

di Carmen Luz Parot

Cile, 1999, 100’. Prima Visione Italiana

Un tributo commosso e documentato sulla vita del grande drammaturgo, scrittore e cantante cileno. Dalle parole degli amici a quelle della moglie ritroviamo l’opera e la passione dell’impegno civile e politico di un cantautore che ha ispirato le generazioni.


Mercoledi 3 aprile, ore 20:30

La lunga strada gialla

di Christian Carmosino e Antonio Oliviero

Italia, 2016, 80’

Due ragazzi siciliani lanciano un messaggio ecologico e di giustizia sociale. Da Palermo a Roma a dorso di mulo, attraversando le campagne del sud, incontrando gente e luoghi che rischiano di perdersi. Per arrivare a Roma, a dire che l’agricoltura va ripensata e che anche il rapporto dell’uomo con il viaggio, il tempo, lo sfruttamento dell’ambiente, vanno ripensati.


Mercoledì 10 aprile, ore 20.30

Tutti pazzi per Paolo

di Donato Canosa

Italia, 2018, 50’

Paolo ha 12 anni, Donato è il suo insegnante di sostegno. Si conoscono al secondo anno di scuola media. Mettendo in scena il ritorno di Ulisse ad Itaca narrato nell’Odissea, vivono un percorso pedagogico dove realtà e finzione si intrecciano continuamente e diventano gli strumenti educativi per conoscere sé stessi e il mondo.

Dettagli

Data:
mercoledì 6 Febbraio
Ora:
20.30
Prezzo:
€2.00
Categoria Evento:
Tag Evento:
,
Sito web:
https://www.facebook.com/events/391802361628393/

Organizzatore

Centro Studi Sereno Regis
Telefono:
+39011532824
Email:
info@serenoregis.org
Sito web:
serenoregis.org

Luogo

sala Poli
via Garibaldi, 13
Torino, 10122
+ Google Maps
Telefono:
+39011532824