In Piemonte sempre più persone cercano percorsi sostenibili per gli acquisti alimentari.

Lo dimostra il successo del progetto dalla Terra alla forchetta – del Centro Studi Sereno Regis e associazione Mani Tese realizzato con il contributo della Direzione Ambiente – Settore Sostenibilità, Salvaguardia ed Educazione Ambientale della Regione Piemonte– avente come obiettivo la riflessione sui temi della consapevolezza nei consumi quotidiani.

In sette territori della regione, dalle Langhe alla provincia di Novara, sono stati organizzati percorsi di approfondimento su sostenibilità e modelli produttivi agroalimentari.

La partecipazione di oltre 200 persone ha fatto emergere l’interesse per i cibi sani, prodotti localmente, con basso impatto ambientale e nel rispetto dei diritti dei lavoratori. Alcuni partecipanti hanno creato un nuovo gruppo di acquisto solidale, altri si sono avvicinati a gruppi già esistenti, altri ancora hanno creato nuove relazioni sul territorio.

E’ possibile mettere la sostenibilità a fondamento dell’economia? Dove posso trovare un produttore di farina biologica? Sono i piccoli e grandi dubbi a cui il progetto ha dato spazio, facendo emergere sempre più l’esistenza di uno stile di vita parallelo a quello basato su supermercati e cibi pronti.

Ecco gli elaborati creativi parte del progetto:

il fumetto “Come le fragole a dicembre” di Max Cambellotti


il video “Zero Km e mezzo” dell’Associazione Badhole Video


le poesie di Guido Catalano (Scarica in formato PDF)