Caro amico, cara amica,

seguendo le nostre comunicazioni dimostri adesione ai nostri valori e interesse per la proposta culturale del Centro. Per questo oggi ti scriviamo, rendendotipartecipe di una sfida ambiziosa che riguarda ilnostro futuro.

Ci troviamo a un passo da un traguardo importante: l’acquisizione della personalità giuridica da parte della Regione Piemonte. Oltre a darci un’immagine più solida e trasparente, ci permetterebbe di ricevere annualmente un contributo per lo svolgimento delle attività istituzionali, grazie al riconoscimento ottenuto nel 2017 come “Istituto di Rilievo Regionale”.

Un finanziamento strutturale che darebbe più stabilità alla gestione del Centro, consentendoci di liberare risorse (ed energie!) per le attività:più educazione alla paceper i giovani, più eventi di sensibilizzazioneper la cittadinanza, una presenza più attiva e aggregantenella comunità.

Per ottenere la personalità giuridica dobbiamo ridimensionare il nostro debito, dovuto all’ammontare residuo del mutuo contratto per l’acquisto e la ristrutturazione della Sala Poli, uno spazio nel centro della nostra città, oggi a disposizione di cittadini e associazioni.

Il nome di questa campagna CHIUDIAMO IL DEBITO, APRIAMO AL FUTURO”rispecchia la nostra volontà di dare al Centro un futuro più stabile. C’è un grande bisogno di educazione e azione per la pace: il Centro Studi Sereno Regis potrà avere un ruolo importante e per questo servono solidità giuridica ed economica.

Nanni Salio usava dire “1 euro al giorno toglie la guerra di torno”:prendiamo in prestito le sue parole per dirti come, in questo preciso momento, sia importante il contributo di tutti per raggiungere questo obiettivo comune.

Sostieni il Centro, secondo le tue possibilità, e decidi di farloadesso.

Coinvolgi altri amici sensibili diffondendo la campagna.

Se desideri ulteriori informazioni o chiarimenti puoi rivolgerti a:

Umberto Forno (3351432460 / [email protected])
Enzo Gargano (011532824 / 3332581518 / [email protected])
Elsa Bianco (0115694662 / [email protected])
Franco Lovisolo (0116618042 / 3201803809 / [email protected])

Certi che, anche grazie al tuo contributo, questo traguardo sia alla nostra portata, ti ringraziamo per l’attenzione.

Un saluto di pace!


Puoi partecipare alla campagna mediante:

Bonifico o conto corrente postale

Paypal o carta di credito

   

                              Assegno bancario presso la nostra sede


Agevolazioni fiscali: ti ricordiamo che dal 1 gennaio 2018 si può detrarre dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche il 35% dell’importo donato a un’organizzazione di volontariato, per un ammontare complessivo non superiore a 30.000 Euro all’anno (art. 83 del D. Lgs. 117/2017).

Per usufruire delle agevolazioni relative alle erogazioni in denaro queste devono essere fatte con strumenti tracciabili
(bonifico, assegno, carta di credito, bollettino postale).