Si avvisa che dal 24 agosto al 7 settembre 2020 la biblioteca osserverà un periodo di chiusura per la pausa estiva.

Per l’eventuale consegna di libri già in prestito si consiglia pertanto di contattare preventivamente il Centro Sereno Regis via telefono (011532824).

Per rinnovare i prestiti attualmente in corso o per altre informazioni scrivere all’indirizzo mail:

[email protected].

Ci scusiamo per eventuali disagi e ringraziamo per la collaborazione.



Sin dalla sua costituzione, avvenuta nel 1982, il Centro studi Sereno Regis si è proposto di raccogliere materiale e documentazione sul tema della nonviolenza. Negli ultimi anni questa raccolta è cresciuta ed è stata riorganizzata in modo più sistematico nella biblioteca del Centro.

Attualmente la biblioteca comprende circa 29.500 volumi, alcune fra le maggiori riviste di settore e una videoteca di oltre 1.500 titoli.

In particolare, la biblioteca è specializzata nella ricerca per la pace e nelle tematiche ambientali. Accanto ai principali testi dei maestri della nonviolenza (Mohandas Gandhi, Aldo Capitini, Lanza del Vasto, Danilo Dolci, Martin Luther King, Jean-Marie Muller, Vinoba Bhave, Gene Sharp, Johan Galtung, e altri), tra i quali spiccano i cento volumi dell’opera omnia di Gandhi, è disponibile una ricca documentazione dedicata a temi quali l’educazione alla pace, la risoluzione nonviolenta dei conflitti, la difesa popolare nonviolenta, l’analisi delle guerre e dei movimenti terroristici dell’ultimo secolo, la questione energetica, i diritti animali, le economie alternative, i rapporti fra economia e globalizzazione.

Si possono, più dettagliatamente, distinguere cinque settori di riferimento: “Pace e nonviolenza”, “Guerra e conflitto”, “Ambiente ed ecologia”, “Economia e sviluppo”, “Storia e geografia”, a partire dai quali è stata elaborata un’apposita classificazione.

In collaborazione con la Regione Piemonte e grazie alla donazione di fondi librari privati, è stata inoltre istituita la Biblioteca Forestale “Liria Pettineo”, che intende divenire un punto di diffusione delle conoscenze legate alle foreste, all’ingegneria naturalistica e alle altre attività riguardanti l’ambiente naturale, con particolare riferimento al territorio piemontese.

Si è inoltre avviata la classificazione e la catalogazione del materiale archivistico, che rende testimonianza della storia e della vitalità dei movimenti di base dell’area nonviolenta. Una parte del lavoro è stata affidata, tra il 1999 e il 2004, ad archiviste che hanno operato nell’ambito di un progetto di riordino e valorizzazione degli archivi storici e delle associazioni promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte. L’estensione dell’Archivio corrisponde, a oggi, a oltre 200 metri lineari e nel 2014 la Soprintendenza Archivistica per il Piemonte e la Valle d’Aosta lo ha ritenuto di interesse storico.

Dall’agosto del 2010 la biblioteca del Centro Sereno Regis fa parte di SBN, il Servizio Bibliotecario Nazionale, e si sta procedendo alla catalogazione di tutto il patrimonio librario su questo motore di ricerca, consultabile sul sito “Librinlinea” della Regione Piemonte.

La Biblioteca aderisce al CoBiS, il Coordinamento delle Biblioteche Speciali e Specialistiche di Torino.



Guarda gli ultimi arrivi