La parte dei persuasi | Pietro Polito

“Vorrei dar voce soprattutto a pensieri, riflessioni dell’oggi che si interrogano sul passato e sul futuro per capire come portare avanti idee di pace. […] Vorrei investire il mio tempo in ciò che ritengo più giusto”. Cosi mi scrive una giovane amica, appassionata e impegnata, con cui condivido l’esperienza del gruppo “Antigoni” che a partire … Continua

30. Il coraggio dei miti | Pietro Polito

Il giorno di Pasqua, domenica 27 marzo 2016, a 62 anni dalla fucilazione al Martinetto di otto componenti del Comitato militare piemontese del CLN, ho riletto i brani che Ada Gobetti nel Diario Partigiano dedica all’eccidio. Il 5 aprile 1944 Ada scrive: “li hanno arrestato tutti … mentre si recavano a una riunione nella sacrestia … Continua

29. Il rifiuto del Poeta | Pietro Polito

Non stupisca la presenza all’interno di una viaggio sulla R/resistenza di Pier Paolo Pasolini, uno degli “intellettuali deboli e antimilitaristi”, che ha avuto una ricca e intensa produzione resistenziale più continua rispetto a molti altri autori, tutta originata dalla tragica vicenda del fratello combattente Guido, entrato nelle Brigate Osoppo, ucciso barbaramente a colpi di piccone … Continua

28. Il cittadino sovrano | Pietro Polito

Da Lorenzo Milani ci viene l’invito a uscire dalla generica ribellione, a costruire insieme, scavando nelle coscienze, a lavorare per una società che accoglie e include i più fragili, i deboli, i più lontani. La possibilità di un progresso morale dell’umanità che non sia oscurato dal progresso tecnico poggia su un patto che unisca la … Continua

27. Per una rivoluzione nonviolenta | Pietro Polito

In un viaggio tra le voci della R/resistenza che ho incontrato personalmente o attraverso lo studio della loro opera non poteva mancare Danilo Dolci (1924-1997), che ho scoperto leggendo Aldo Capitini. A chi non lo conosce o a chi, conoscendolo, desidera rivisitarne il messaggio, suggerisco di partire da uno dei suoi libri meno noti, Non sentite … Continua

26. Democrazia partigiana | Pietro Polito

Come ha scritto esemplarmente Massimo Mila (Torino 1910 – ivi 1988) “Dietro la nostra resistenza, dietro la resistenza di tutti i popoli oppressi e ribelli al nazismo, sta una forza spirituale che chiamiamo cultura”. Mila non si considerava né un uomo politico né uno storico della politica. Egli amava essere considerato uno storico della musica. … Continua

25. La partigiana e il nonviolento. Quando non si deve obbedire | Pietro Polito

L’articolo di Ada Marchesini Gobetti, Quando non si deve obbedire, risale al maggio 1962 ed è apparso nel “Giornale dei genitori”, il mensile per l’ educazione dei figli (1959-1968), che negli anni Sessanta rappresentò un originale esperimento di educazione laica. Dal punto di vista laico, il giornale pose e discusse temi importanti e ricorrenti come … Continua