Se tutti i 9 stati nucleari firmassero il TPAN come avverrebbe l’eliminazione delle armi nucleari? | Elio Pagani – Angelo Baracca

Da ICAN e da varie organizzazioni sta circolando in questi giorni un petizione importante che chiede – potremmo dire in modo ormai affermato “bipartisan” – ai 9 stati che possiedono armi nucleari di aderire al Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari (TPAN, acronimo inglese TPNW). Abbiamo detto petizione “bipartisan” perché è lanciata congiuntamente da autorevoli organizzazioni della … Continua

RWM Italia: aiuti di Stato per la multinazionale degli armamenti? | Giorgio Beretta

E’ inutile continuare a girarci attorno: l’azienda RWM Italia, tristemente nota per fornire le micidiali bombe aeree della serie MK 82-83-84 all’Arabia Saudita utilizzate per bombardare lo Yemen, è un’azienda che serve molto poco alle esigenze della nostra difesa e sempre meno ai Paesi alleati europei. E’ invece utilissima alla multinazionale tedesca degli armamenti Rheinmetall AG, che ne detiene … Continua

Interpretando l’accordo UAE/Israele sulla sospensione dell’annessione | Richard Falk

Risposte alle domande d’intervista di Javad Heiran-Nia, giornalista iraniano, sull’accordo UAE/ Israele di Normalizzazione/Annessione del 13 agosto 2020. Gli Emirati Arabi Uniti e Israele hanno normalizzato i loro rapporti. Quali ne sono le ragioni e che effetto avrà sulle equazioni regionali? Qualunque commento sulle implicazioni regionali dell’Accordo è ovviamente molto speculativo in quanto le vere … Continua

Un respiro in più grazie al Covid | Global Footprint Network

Secondo il Global Footprint Network, il lockdown mondiale dovuto al Covid ha causato una contrazione del 10% dell’Impronta Ecologica, ma purtroppo continuiamo a usare le risorse naturali come se vivessimo su un pianeta più grande di 1,6 volte. La pandemia ha spinto indietro di tre settimane rispetto all’anno precedente la data del giorno del sovrasfruttamento della Terra. … Continua

Libano: una proposta | Robin Edward Poulton

Beirut è esplosa, e con essa è morto il cuore del Libano: il governo, sempre che ancora esistesse, non esiste più a Beirut. Il Libano oggi è come la Cambogia dopo i Khmer Rossi: la soluzione per la Cambogia fu di abbandonare tutto e ricominciare da capo. Durante il 1993 – a seguito dell’Accordo di … Continua

RIVELAZIONE: Israele ha “squassato” Beirut | Richard Silverstein

(4 agosto 2020:) Israele ha fatto saltare un deposito munizioni di Hezbollah nel porto di Beirut, ma senza sapere che un magazzino attiguo conteneva un’enorme quantità di nitrato d’ammonio. Il governo, sopraffatto dalla scala del massacro e della distruzione, si è affrettato a negare un coinvolgimento israeliano – addirittura prima che chiunque in Libano accusasse … Continua

Stazzema, la memoria imprescindibile | Davide Conti

Stragi naziste. Le stragi come quella di Sant’Anna di Stazzema insegnano che la guerra totale non esclude nessuno e che i civili diventano obiettivi primari degli eserciti regolari nel conflitto La memoria pubblica della strage del 12 agosto 1944 compiuta a Sant’Anna di Stazzema dalle truppe nazifasciste in Italia non va rinchiusa nella sola rappresentazione del … Continua

Humans, First Stop: SERBIA. Protests, Virus and Lies | Benedetta Pisani

I decided to set this first anthro-political experiment in Serbia, through the voices of Gradimir Ignjatovic and Milan Jovanovic, for two main reasons: After my Erasmus Program in Slovenia, I developed a strong interest in all that concerns  the Balkans. Just to give you an idea… To get my morning started and before turning my … Continua