Gerusalemme: Bisogna rispettare il diritto internazionale

Nel 1945 l’organizzazione delle nazioni unite (ONU) è nata per promuovere il diritto internazionale e la risoluzione pacifica dei conflitti. L’autodeterminazione dei popoli è uno dei principi base che caratterizzano la carta delle nazioni. Sappiamo perfettamente che passare dalla carta alla realtà non è cosa semplice né immediata. E’ però vero che, seppur con le … Continua

La rivoluzione delle sessualità | Johan Galtung & Antonio C. S. Rosa

Si può dire che anche questa, come la rivoluzione femminista, abbia avuto origine in USA. Le due sono correlate. C’è una storia lunga, penosa. A partire dall’uso e abuso delle donne, anche nel matrimonio, solo per la soddisfazione sessuale maschile, tuttora in corso. Fino a un risveglio, al rendersi conto che c’è una sessualità femminile, … Continua

Non aprire agli sconosciuti… la retorica dell’invasione | Fabio Poletto

Dopo mesi di monitoraggio delle principali ondate di odio e razzismo sul web, emerge una constatazione doverosa. Sempre più persone percepiscono il fenomeno delle migrazioni verso l’Europa e l’Italia come un pericolo, una minaccia o un’invasione, e tutte tendono a mettere in atto la stessa reazione: il rifiuto. Prescindendo dal contesto, dalle ragioni storiche, dalla … Continua

Vendiamo armi, che bello! | Giacomo Pellini

Riprendiamo questo intervento di Giacomo Pellini, che aiuta a fare il punto sul traffico d’armi in Italia, già uscito per sbilanciamoci e pubblicato sull’ultimo numero della rivista “Gli Asini” (N.41, luglio 2017). Rimandiamo, inoltre, a un altro suo intervento sui droni militari, mentre apriamo al Centro Studi Sereno Regis il dibattito sull’industria delle armi, sempre … Continua

ITALIA RIPENSACI. Appello ai presidenti della Repubblica, del Consiglio, di Camera e Senato perché l’Italia sostenga il bando ONU alle armi atomiche

  Il 27 ottobre 2016 il Primo Comitato sul Disarmo dell’Assemblea Generale dell’ONU ha approvato la “Risoluzione L. 41” che chiede di avviare nel 2017 i negoziati per un Trattato Internazionale volto a vietare le armi nucleari. A favore 123 Stati, contro 38 (compresa purtroppo l’Italia),16 astenuti. Poche ore prima il Parlamento Europeo aveva approvato una risoluzione su … Continua