2016_0426food

Il Futuro del Movimento per la giustizia alimentare | Rory Smith

Il movimento per la giustizia alimentare – una massa non strutturata ma in espansione di organizzazioni impegnate a creare un sistema alimentare più giusto negli USA – ha ottenuto un gran numero di risultati negli ultimi 30 anni. Ma può riuscire a convergere nella sua diversità e creare un contro movimento sufficientemente forte per trasformare … Continua

/nas/content/live/cssr/wp content/uploads/2016/05/Panettone vegano

Niente più scuse!

Alta Pasticceria Italiana (nonviolenta, aggiungo io) garantisce che il loro prodotto (in questo caso un panettone, dal cui «cartellino» trascrivo le parole) è totalmente privo di qualunque ingrediente di origine animale, non contiene conservanti, è certificato biologico. Ebbene sì, come poche altre volte, mi sento «a posto» nel fare pubblicità all’azienda «Alta pasticceria italiana», cosicché, … Continua

via-campesina02

La visione aziendale del futuro del cibo promossa dalle Nazioni Unite

Più di 100 organizzazioni della società civile lanciano l’allarme sull’incontro FAO sulle biotecnologie (Roma, Lunedi 15 febbraio 2016) Proprio mentre si sta verificando la fusione delle aziende biotech che fanno sementi transgeniche, una visione aziendale delle biotecnologie si sta manifestando nella FAO. In apertura del Simposio internazionale di tre giorni sulle biotecnologie agricole convocata dall’Organizzazione … Continua

/nas/content/live/cssr/wp content/uploads/2016/01/rifiuti01g

Buttare il cibo è reato

Fra i buoni propositi per il nuovo anno potrebbe esserci anche quello di non buttare via, mai, il cibo. Finché possiamo ci converrebbe educarci in modo nonviolento a non farlo… tipo: avere un frigo piccolo, fare la spesa con la testa e non «con la pancia», condividere il cibo, non acquistare più di ciò che … Continua

cibo biologico e lunica spesa alimentare che tira

Affrontare il cambiamento climatico dal basso

martedi 1/12, giovedi 3/12 e giovedi 10/12/2015 – dalle ore 15.30 alle ore 17.30
IPERCOOP – via Robassomero, 93 – Ciriè

Si avvicina la 21^ conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Conferenza delle parti: COP21) a Parigi dopo Rio de Janeiro (1992), Kyoto (1997), Copenaghen (2009), Doha (2012). Nello stesso periodo in cui si incontrano i rappresentanti dei governi, a Parigi dal 30/11 al 11/12, in molte città, associazioni, movimenti e cittadini attivi cercheranno di mobilitarsi dal basso per fare pressione affinchè vengano prese decisioni significative (cambio di direzione di marcia), non solo dichiarazioni volontarie.

cop_Martin_Caparrós_La_Fame

La Fame – Recensione di Isabella Bresci

Martin Caparrós, La Fame, Einaudi, Torino 2015, pp. 722, € 26,00 F come Fame Ai criminali, l’autentico castigo; agli sventurati morsi nel profondo dell’anima dalla sventura, un sostegno capace di portarli ad estinguere la loro sete alle sorgenti sovrannaturali; a tutti gli altri un po’ di benessere, molta bellezza e la protezione da quanti potrebbero … Continua