L’Occidente finge di non vedere mentre l’apartheid e altre illegalità d’Israele si sviluppano sempre più | Jan Oberg

Embed from Getty Images

1 luglio 2020: un altro tragico punto di svolta per l’Occidente – già decadente – in quanto civiltà. La sua irresponsabilità morale si esprime nel roboante silenzio su questa nettissima vistosa violazione del diritto internazionale e sul male fatto per decenni al popolo palestinese. Lo si può considerare come una forma particolarmente maligna di psicologia da vittima nei termini della coazione a ripetere di Sigmund Freud e Alice Miller: il proiettare su altri oggi quanto fatto a te tempo addietro.

Ci si aggiunga l’eccezionalismo (come quello USA), la formazione del proprio stato mediante la pulizia etnica (come quella USA), la credenza di essere un Popolo Eletto (come quella USA), l’essere una potenza estremamente militarista, nucleare e sovra-armata (come gli USA) e il vedere nemici ovunque senza neppur pensare che il proprio comportamento possa averne creato effettivamente qualcuno – il che induce a una costante paura/paranoia; e si hanno così quasi tutti gli ingredienti per una ricetta autodistruttiva (come per gli USA).

Due paesi guida, con la massima popolazione ebraica – 84% di tutti gli ebrei – avviati ad andar peggio e a porsi al di fuori della comunità civilizzata.   Quanto sarebbe bene per il mondo e per sé stessi se molti più ebrei guidassero in modo chiaro e netto una rivoluzione morale contro i meccanismi soggiacenti a questi due stati.

Il primo luglio – il Giorno dell’Annessione – CNN, BBC, la radiotelevisione danese, la televisione svedese, il Christian Science Monitor, il New York Times, il Guardian, il Times, Russia Today . . . scelgono tutti di omettere o minimizzare l‘Annessione sulla propria prima pagina.


Nota: QUI un’eccellente informativa con mappatura visiva dell’Annessione da studiare


Jan Oberg

Il direttore TFF prof. Jan Oberg è membro della Rete TRANSCEND per Pace Sviluppo Ambiente.


TRANSCEND MEMBERS, 6 Jul 2020 | Jan Oberg | The Transnational – TRANSCEND Media Service

Traduzione di Miki Lanza per il Centro Studi Sereno Regis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.