Scheda progetto countHERnarrative

Il progetto countHERnarrative, finanziato dall’Unione europea e dalla Regione Piemonte, attraverso il Consorzio delle Ong Piemontesi, nell’ambito di Frame, Voice, Report!, Giornalismo e cooperazione per gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, nasce dalla collaborazione tra Giosef Torino – Marti Gianello Guida APS e Centro Studi Sereno Regis con l’associazione Arab Women Media Center che opera in Giordania. L’obiettivo principale del progetto è quello di dare voce alle donne migranti, rifugiate e richiedenti asilo per elaborare una narrativa alternativa in grado di sensibilizzare l’opinione pubblica su due specifici Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS)

  •  n°5: raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze
  •  n°10: ridurre le disuguaglianze

Il progetto intende contribuire a questi macro-obiettivi attraverso il raggiungimento di alcuni obiettivi specifici:

  • promuovere a livello locale (Torino) una contro-narrativa femminista, de-occidentalizzata e de-colonizzata realizzata da donne provenienti dal Sud del mondo;
  • assumere una prospettiva intersezionale che tenga ben presenti le connessioni esistenti tra l’uguaglianza di genere e la questione migratoria;
  • promuovere una collaborazione tra associazioni e giornaliste/i al fine di realizzare prodotti giornalistici che fungano da megafono a livello locale delle narrazioni prodotte; 
  • dare voce a professioniste donne in un paese del Sud come la Giordania attraverso un approccio equo e una collaborazione paritaria tra le associazioni italiane e giordane;

Per raggiungere gli obiettivi previsti il progetto intende agire principalmente in due ambiti: l’educativo e il giornalistico.

L’output giornalistico del progetto prevede:

  • la realizzazione di un video documentario – Fartun – sulla vita delle donne con background migratorio in Giordania. Il video è realizzato dai un gruppo di giornalisti giordani e dall’associazione Arab Women Media Center (AWMC);
  • la pubblicazione di una raccolta di storie di vita di donne migranti, profughe o richiedenti asilo a Torino. Le donne fanno parte di un gruppo informale nato attraverso incontri in spazi sicuri e accoglienti organizzati dalle associazioni Centro Studi Sereno Regis e Giosef Torino. La raccolta e la redazione delle testimonianze è affidata alla giornalista Silvia Berruto.

A livello educativo le attiviste e gli attivisti del Centro Studi Sereno Regis e di Giosef Torino hanno realizzato un ciclo di workshop da proporre in alcune scuole e negli 11 Centri di Protagonismo Giovanile (CPG) presenti nel Comune di Torino:

  • Nelle scuole secondarie viene proposto agli studenti e alle studentesse dai 15 ai 18 anni un ciclo di 5 workshop pensato come un percorso di sensibilizzazione e approfondimento dei temi del progetto, di acquisizione di una prospettiva intersezionale e di decostruzione dei principali stereotipi sulle donne migranti. Il percorso è finalizzato alla realizzazione di un contributo originale da parte dei giovani partecipanti e prevede la proiezione del documentario Fartun.
  • Nei Centri di Protagonismo Giovanile vengono organizzati workshop per utenti dai 18 ai 25 anni durante i quali viene proiettato il documentario Fartun e vengono proposte attività di riflessione e approfondimento sui principali temi del progetto.

Il progetto termina nel mese di marzo 2020 con una conferenza che prevederà:

  • la presentazione dei prodotti elaborati dai giovani e le giovani che hanno partecipato ai workshop nelle scuole e nei CPG;
  • la proiezione del documentario sulle professioniste donne dei campi profughi giordani 
  • la presentazione delle storie del gruppo di donne migranti, profughe e richiedenti asilo a Torino
  • l’approfondimento attraverso interventi da parte di esperti/e delle tematiche chiave del progetto: intersezionalità, questione migratoria e uguaglianza di genere.

Alla conferenza seguirà un lavoro di divulgazione e diffusione dei prodotti giornalistici realizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.