L’ammonimento di Ike sulla minaccia USA alla pace mondiale | Gary G. Kohls

“Ogni arma che vien fatta, ogni nave da guerra varata, ogni razzo lanciato, significa in definitiva un furto a coloro che hanno fame e non vengono alimentati, che hanno freddo e non vengono vestiti. Questo mondo in armi non spende solo denaro: spende il sudore dei suoi braccianti, il genio dei suoi scienziati, le speranze dei suoi figli” Dwight D. Eisenhower

La spesa militare incontrollata dai tempi della presidenza Eisenhower può essere la ragione primaria del debito nazionale USA a $ 23.000.000.000.000 (23 trilioni) e in aumento.

“Fino all’ultimo dei nostri conflitti mondiali gli Stati Uniti non avevano industria degli armamenti. I locali fabbricanti di vomeri sapevano all’occorrenza e col tempo fabbricare altresì spade…Siamo stati costretti a creare un’industria permanente di armamenti di vaste proporzioni. Nei consigli governativi dobbiamo guardarci dall’acquisizione di un’influenza ingiustificata, cercata o meno, da parte del complesso militar-industriale. Il potenziale per l’insorgere disastroso di un potere malriposto esiste e persisterà”.

–-  Dal discorso d’addio del presidente Dwight David Eisenhower, 17 gennaio 1961

“Le forze militari del mondo sopravvivono in primo luogo come strumenti di protezione degli interessi delle élite e per sopprimere le tensioni civili risultanti dall’ingiustizia economica. Pongono inoltre un gravame irragionevole/sconsiderato sulle scarse risorse ecologiche della Terra.”

Dalla “Dichiarazione della Terra del Popolo: Un’agenda proattiva per il futuro” (dichiarazione riassuntiva della Conferenza ONU su Ambiente e Sviluppo – Rio de Janeiro, 12 giugno 1992)

I Blue Angels della marina US non passeranno all’ultimo aereo da caccia cucciolo benedetto della Lockheed-Martin (e del Pentagono), l’F-35, ciascuno dei quali costa 121 milioni di dollari.

Secondo la rivista Popular Mechanics l’F-35C sarebbe stato “abilitato ad operazioni iniziali (?: cioè “atto al combattimento”) alla fine del 2015. (Si noti che “atto al combattimento” significa che almeno una squadriglia di velivoli possa svolgere operazioni limitate di combattimento). Tale data, secondo alcune agenzie-osservatorio, potrebbe mai arrivare. Popular Mechanics sostiene che ci siano altre ragioni per rimandare lo sperato passaggio agli F-35:

  1. Sostituire i Blues’ Hornet con gli F-35 della Lockheed-Martin sarebbe enormemente dispendioso (a $121 milioni ciascuno). Acquistarne 11 per la “squadriglia dimostrativa” costerebbe $1.340 milioni – quanto un cacciatorpediniere nuovo;
  2. È più efficiente in termini di costi convertire velivoli che abbiano già volato operativamente e che sono già stati pagati;
  3. L’F-35C non è del tutto adatto all’attività di propaganda dei Blue Angels (essendo monoposto non offre la possibilità di voli alle celebrità alle mostre aeree);
  4. La nuova flotta Blue Angels in programma di Boeing F/A-18F avrà aerei biposto per tale attività coi vip.

Scopo della squadriglia dimostrativa, oltre ad essere importante attrazione alle oltre 70 mostre aeree annuali con le sue esibizioni di volo estremo, è impressionare celebrità locali, giornalisti e operatori dell’informazione, politici e altro personale non-militare prendendoli a bordo per “dare al pubblico una miglior comprensione di che cosa voglia dire pilotare i jet”.

Segue ora l’informazione finanziaria che spiega perché Wall Street, War Street [riferito alle sedi decisionali per la guerra, attività USA stabile da decenni, ndt], le (quotazioni) Medie Dow Jones (riguardanti solo le 30 maggiori aziende mondiali) e gli investitori delle élite mondiali amano le guerre. Si noti che i fornitori militari, fomentatori e agitatori di guerra, comprendono ogni investitore straricco al mondo, la cui ricchezza aumenta vistosamente, cominciando dal valore del proprio portafoglio azionario ogni volta che il Presidente, la Casa Bianca o il Parlamento USA minaccia un intervento militare o il parlamento riduce le tasse dei ricchi contribuenti alle campagne elettorali.

I 15 maggiori fornitori della Difesa USA (a cura di John Askin)

1.Lockheed Martin Corp. (NYSE: LMT)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 50.700 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 85.150 milioni $
> Ricavi totali: 51.050 milioni $
> Utile netto:  2.000 milioni $
> Azioni circolanti: 285,57 milioni
> Dipendenti: approssimativamente 100.000

2.The Boeing Co. (NYSE: BA)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 23.360 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 194.290 milioni $
> Ricavi totali: 93.390 milioni $
> Utile netto:  8.200 milioni $
> Azioni circolanti: 588,45 milioni
> Dipendenti: approssimativamente 140.800

3.General Dynamics Corp. (NYSE: GD)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 15.340 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 55.800 milioni $
> Ricavi totali: 30.970 milioni $
> Utile netto: 9.560 milioni $
> Azioni circolanti: 296,3 milioni
> Dipendenti: 98.600

4.Raytheon Company (NYSE: RTN)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 14.660 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 56.180 milioni $
> Ricavi totali: 25.350 milioni $
> Utile netto:  2.000 milioni $
> Azioni circolanti: 288,51 milioni
> Dipendenti: approssimativamente 64.000

5.Northrop Grumman Corp. (NYSE: NOC)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 11.190 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 53.470 milioni $
> Ricavi totali: 25.800 milioni $

> Utile netto: 2.020 milioni $
> Azioni circolanti: 174,09 milioni
> Dipendenti: 70.000

6.McKesson Corp. (NYSE: MCK)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 8.80o milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 29.660 milioni $
> Ricavi totali: 208.360 milioni $
> Utile netto: 67(000?) milioni $
> Azioni circolanti: 202,05 milioni
> Dipendenti 78.000

7.Huntington Ingalls Industries Inc. (NYSE: HII)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 7.240 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 9.510 milioni $
> Ricavi totali: 7.440 milioni $
> Utile netto: 479 milioni $
> Azioni circolanti: 44,79 milioni
> Dipendenti: approssimativamente 38.000

8.Bechtel Group Inc.

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 5.530 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: N/A
> Ricavi totali: 32.900 milioni $ (2016)
> Utile netto: N/A
> Azioni circolanti: N/A
> Dipendenti: N/A

9.BAE Systems plc (la sola azienda con sede legale non-U.S. – UK – fra questi fornitori)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 5.290 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 26.070 milioni £
> Ricavi totali: 18.320 milioni £
> Utile netto: 1.360 milioni £
> Azioni circolanti: 3.190 milioni
> Dipendenti: 83.200

10.L3 Technologies Inc. (NYSE: LLL)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 5.150 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 15.040 milioni $
> Ricavi totali: 9.570 milioni $
> Utile netto:  753 milioni $
> Azioni circolanti: 78,22 milioni
> Dipendenti: approssimativamente 31.000

11.Leidos Holdings Inc. (NYSE: LDOS)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 4.790 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 8.860 milioni $
> Ricavi totali: 10.170 milioni $
> Utile netto:  366 milioni $
> Azioni circolanti: 151,46 milioni
> Dipendenti: approssimativamente 31.000

12.Aecom (NYSE: ACM)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 4.110 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 5.390 milioni $
> Ricavi totali: 18.200 milioni $
> Utile netto:  339 milioni $
> Azioni circolanti: 157,62 milioni
> Dipendenti: 87.000

13.Allen Hamilton Holding Corp. (NYSE: BAH)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 4.090 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 6.420 milioni $
> Ricavi totali: 6.170 milioni $
> Utile netto:  305,11 milioni $
> Azioni circolanti 5.290 milioni
> Dipendenti: approssimativamente 24.600

14.Humana Inc.

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 3.720 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 41.180 milioni $
> Ricavi totali: 53.770 milioni $
> Utile netto:  2.450 milioni $
> Azioni circolanti: 137,68 milioni
> Dipendenti: approssimativamente 45.900

15.Science Applications International Corp. (NYSE: SAIC)

> Obbligazioni di finanziamento 2017: 3.460 milioni $
> Capitalizzazione di mercato: 3.450 milioni $
> Ricavi totali: 4.450 milioni $
> Utile netto:  179 milioni $
> Azioni circolanti: 42,28 milioni
> Dipendenti più di 15.000


TRANSCEND MEMBERS, 29 Jul 2019 | Gary G. Kohls, MD | Duty to Warn – TRANSCEND Media Service

Titolo originale: Ike’s Warning about America’s Threat to World Peace: The 15 Biggest Pentagon Contractors That Make up the Military-Industrial-Congressional Complex

Traduzione e adattamento di Miki Lanza per il Centro Studi Sereno Regis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.