Studiare la nonviolenza | Elena Camino

Una borsa di studio per premiare la ricerca sulla nonviolenza

E’ scaduto il 31 dicembre 2018 il termine per la presentazione di domande da parte di studenti /esse che abbiano scritto negli ultimi tre anni una tesi di laurea magistrale sul tema della nonviolenza. A bandire questa borsa di studio biennale Angiolino Acquistisono stati il Comune di Sansepolcro (Assessorato alla Cultura) e l’Associazione Culturale Angiolino Acquisti.

Nella proposta era specificato che l’argomento poteva essere trattato sotto uno specifico settore accademico di studi, ad esempio: economico, filosofico, giuridico, pedagogico, politologico, psicologico, scientifico, sociologico, storico o teologico.

Una Commissione per l’assegnazione di questa Borsa di Studio raccoglierà – dopo il 31 gennaio 2019 – i pareri espressi dai suoi membri, e procederà al conferimento del  Premio al/lla concorrente considerato/o più meritevole.   Il premio di € 1.000, messo a disposizione dall’Associazione Culturale “Angiolino Acquisti” e dal Comune di Sansepolcro, verrà aggiudicato con giudizio insindacabile nella primavera del 2019.

La consegna avverrà alla presenza del Presidente della Associazione Culturale “Angiolino Acquisti” e dell’Associazione Cultura della Pace, presso la Sala Consiliare del Comune di Sansepolcro  nel mese di Settembre 2019.

Tutte le tesi inviate saranno stampate, a cura del Comune di Sansepolcro, e messe a disposizione del pubblico, presso la Biblioteca Comunale di Sansepolcro, nell’apposita sezione “Cultura della Pace”.

Una Commissione di ‘impegnati’ del settore

Presidente della Commissione è Antonino Drago (Rimini, 1938), laureato in Fisica, che è stato professore associato di Storia della Fisica all’Università di Napoli e professore a contratto di Strategie della difesa popolare nonviolenta nel Corso di Scienze per la Pace dell’Università di Pisa e di Storia e tecniche della nonviolenza nel corso di Operazioni di pace dell’Università di Firenze.

Gli altri membri sono: Raul Caruso, ricercatore in politica economica presso l’università Cattolica di Milano, che negli Stati Uniti dirige la rivista Peace Economics, Peace Science and Public Policy; Roberta Covelli, che ha lavorato presso Emergency, per attività di promozione culturale; Eugenia Pennacchio, cofondatrice del Movimento dei Caschi Bianchi – Corpo Civile di Pace dell’Associazione Giovanni XXIII; Giulia Zurlini Panza, referente del progetto di Operazione Colomba, Corpo Nonviolento di Pace dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII. Infine – in seguito alla proposta avanzata da Antonino Drago – è stato chiesto a me di far parte della Commissione, come portavoce dell’esperienza maturata dal CSSR, grazie a Nanni Salio e a tutte/i collaboratori e collaboratrici.   Conoscere i ricercatori e le ricercatrici coinvolte in questa attività di lettura e selezione delle tesi potrà offrire nuove occasioni di conoscenza e di collaborazione tra realtà italiane impegnate nei Peace Studies, finora assai poco sviluppate a livello accademico.

La nonviolenza come sguardo inter- e trans-disciplinare

La risposta degli studenti a questa proposta è stata superiore alle aspettative: sono state presentate 18 tesi, che spaziano tra discipline molto diverse (dall’Antropologia alla Giurisprudenza, dalla Filosofia alle Scienze politiche e alla Pedagogia), e indagano temi disparati, affrontati con metodologie e approcci differenti.  Alle riflessioni su Don Bosco e Aldo Capitini   si accompagnano studi e analisi su tematiche di grande attualità: il problema del bullismo, le esperienze di giustizia riparativa, le difficili integrazioni tra culture (anche dal punto di vista giuridico), i drammi dei rifugiati e dei migranti.  Non appena si saranno concluse le pratiche di assegnazione del Premio, e questi documenti saranno accessibili  presso la Biblioteca Comunale di Sansepolcro,  si aprirà la possibilità di nuovi contatti, soprattutto tra i giovani, alcuni dei quali si occupano di temi assai vicini a quelli affrontati dal CSSR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *