I ragazzi e le ragazze dell’Alternanza Scuola Lavoro (sessione estiva) raccontano un’esperienza di peer education

Il Centro Studi Sereno Regis si pone come obiettivo, tra gli altri, il contrasto della violenza. Per questo motivo ha deciso di ospitare noi otto ragazzi e ragazze per due settimane, dal 25 giugno al 6 luglio, in modo tale da farci conoscere questa realtà per poi diventare portatori e portatrici a nostra volta di un messaggio di pace all’esterno.

Durante i primi incontri, un membro dell’associazione ci ha illustrato e spiegato i diversi volti della violenza e ciò che comporta. La nonviolenza è un concetto di base che va insegnato a tutti fin dalla prima età, in modo da non far maturare sentimenti di odio nelle persone. La violenza è un termine troppo generico, in realtà ha tre facce: esistono la violenza diretta, quella culturale e quella strutturale. Noi desideriamo aiutare l’associazione a contrastarle tutte. Nonostante la buona volontà spesso è complicato non essere violenti, specialmente nelle parole poiché è molto più semplice controllarsi a livello fisico piuttosto che mentale.

Dato che è molto importante insegnare alcuni valori ai più piccoli, abbiamo svolto alcune attività con bambini di varie “estate ragazzi”. Alcuni di loro ci hanno raggiunto nella sede dell’associazione e abbiamo condotto un incontro di sensibilizzazione sull’argomento tramite alcuni giochi cooperativi.

Abbiamo svolto anche due incontri fuori dal centro studi, andando al Cecchi Point, dove abbiamo incontrato dei ragazzi della nostra età, sia di questa casa del quartiere che di quella di San Salvario. In questi incontri ci siamo conosciuti e giocato insieme, inoltre abbiamo organizzato un terzo pomeriggio di attività destinate a bambini più piccoli.

Questi incontri hanno contribuito all’unione di ragazzi provenienti da diversi quartieri di Torino, è stata un’esperienza formativa che ci ha fatto capire quanto sia difficile ma allo stesso tempo gratificante rapportarsi con altre realtà e con ragazzi di ogni età.
Dunque questa esperienza ha fatto sì che ci formassimo sia a livello teorico tramite dei momenti di formazione ma anche a livello pratico attuando ciò che avevamo appreso. Crediamo che sia stato un percorso utile e di crescita, tant’è che molti di noi intendono proseguire l’esperienza all’interno del centro anche da settembre in poi.

Alessandro, Claudia, Giacomo, Giulia, Isabella, Redouan, Sara, Sila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *