Lorenzo Milani, Lettera ai cappellani militari; Lettera ai giudici | Segnalazione redazionale

Lorenzo Milani, Lettera ai cappellani militari; Lettera ai giudici, edizione critica e Postfazione a cura di Sergio Tanzarella, Il Pozzo di Giacobbe, Trapani 2017, pp. 164, € 14,90

Nel febbraio del 1965 i cappellani militari della Toscana emanarono un comunicato stampa accusando i giovani italiani obiettori di coscienza di essere dei vili. In loro difesa intervenne don Lorenzo Milani con una lettera aperta agli stessi cappellani, lettera di altissimo valore morale e civile nella quale si chiede rispetto per chi accetta il carcere in nome dell’obiezione di coscienza e dell’ideale della nonviolenza. Per questa lettera don Milani venne denunciato da un gruppo di ex combattenti e messo sotto processo. Impossibilitato a parteciparvi per l’aggravamento del tumore che lo porterà, di lì a poco, alla morte, scriverà allora una memoria difensiva sotto forma di una lettera ai giudici. In essa la storia civile dell’Italia unita viene riletta senza retorica celebrativa come storia feroce di guerre, di spietato colonialismo, di sopraffazione ai danni dei poveri. La lettera, vero manifesto contro l’obbedienza cieca, metterà anche sotto accusa l’illusoria deresponsabilizzazione data dalla pretesa di essere meri esecutori di ordini, omicidi compresi, impartiti da un’autorità superiore.

Questa recente edizione delle due celebri lettere si segnala per la presenza di note critiche e per l’ampia Postfazione di Sergio Tanzarella, preziosi strumenti che contribuiscono a chiarire il senso di queste pagine e le loro relazioni con il resto dell’opera di don Milani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *