C’è finalmente aria di pace per la società civile in Colombia? | Lina Maria Jamarillo


25 marzo 2016: dopo 60 anni di conflitti, la società civile in Colombia sta cominciando a prendere sul serio il compito di costruire la pace. Lina Jaramillo dà notizia di un importante premio che intende incoraggiare le iniziative locali alla pace.

Juan-Cristobal-Zulueta-580x435

Costruire una società pacifica dopo 60 anni di conflitti violenti rappresenta una delle più grandi sfide della Colombia. 60 anni di conflitti vuol dire che quasi due generazioni non sanno che cosa significa vivere senza guerra. Ma dietro a questa triste realtà, bisogna riconoscere che nel paese sono già fiorite molte iniziative di pace – anche prima che iniziassero i negoziati. Ma molte non sono finora state abbastanza visibili.

Oggi sembra che le cose stiano cambiando. I processi di costruzione di pace si sono moltiplicati, e vari settori della società civile stanno promuovendo e pubblicizzando una varietà di iniziative innovative, che incoraggiano la riconciliazione, la coesistenza, il perdono e le culture di pace.

Premiare la pace

E’ questo il principale obiettivo di “RECON Paz en Movimiento”, un premio per iniziative di pace proposto da una organizzazione nazionale composta da delegati regionali, chiamata FENALPER. Tramite RECON i costruttori di pace hanno l’opportunità di far conoscere le loro iniziative e i loro progetti ai cittadini, in modo che questi possano scegliere quelli che ritengono migliori. La ‘competizione’ per aggiudicare il premio è stata avviata il 17 marzo: si sono iscritte più di 400 iniziative, provenienti da diverse regioni del Paese. Gli organizzatori di RECON hanno identificato alcuni requisiti che vengono richiesti ai partecipanti per questa fase di pre-selezione: sostenibilità, impatto sociale, creatività, innovazione, replicabilità.

Al termine di questa prima fase gli organizzatori sceglieranno cinque iniziative di pace in altrettante categorie: 1) arti culturali e pratiche sportive; 2) ambiente; 3) educazione; 4) tecnologie e comunicazione; 5) imprenditoria e produzione di reddito. La votazione è possibile dal 21 marzo al 2 aprile. Le tre iniziative di ogni categoria che avranno raccolto più voti saranno rese pubbliche entro l’8 aprile, dopo di che una giuria prestigiosa sceglierà i vincitori per ciascuna delle categorie. I vincitori riceveranno un premio di 1.600 $, come contributo a sostegno dei loro progetti.

Ripensare la Colombia come una nazione pacifica

L’iniziativa di RECON costituisce uno dei primi tentativi a sostegno degli sforzi della società civile per pensare alla Colombia come una nazione in pace, e non più in guerra. Uno dei compiti più difficili sulla riconciliazione è il ripensare la nostra società e trasformare le idee e i preconcetti che sono stati alla base della nostra storia violenta.

Inoltre, il premio proposto da RECON è sostenuto dalle reti sociali, dal settore privato, dalle ambasciate Svedese e Inglese, dalle autorità locali, e da varie organizzazioni della società civile. Questo significa che le iniziative di costruzione di pace stanno diventando sempre più significative per la società colombiana.

Dare potere alla società civile nel processo di ‘peacebuilding’

Per rendere prioritario il lavoro di costruzione della pace a livello regionale e locale sono state sviluppate numerose alleanze e sinergie. C’è la speranza che RECON sia solo uno dei numerosi tentativi che hanno avuto successo per sostenere persone e gruppi che già da decenni – anche nel pieno dei conflitti armati – hanno svolto attività volte a superare i conflitti e a costruire la pace. Non c’è dubbio: spira ormai un’aria di pace.


 

I siti http://www.reconcolombia.com/ e http://www.fenalper.org/ si possono consultare per avere maggiori informazioni sul “RECON Peace In Movement Award”.


 

25 marzo 2016
Titolo originale: Is peace finally in the air for Colombian civil society?
Traduzione di Elena Camino per il Centro Studi Sereno Regis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *