Semplifichiamo! | Recensione di Maria Teresa Mana


cop_Semplifichiamo! Semplicità volontaria in pilloleCinzia Picchioni, Semplifichiamo!, Introduzione di Nanni Salio, L’Età dell’Acquario, Torino 2015, pp. 148, € 14,00

«Vivere semplicemente
per permettere agli altri
semplicemente di vivere».
[Mahatma Gandhi]

Nell’Introduzione al libro di Cinzia Picchioni Nanni Salio parla di etica nell’agire quotidiano e sottolinea la responsabilità individuale nello scegliere comportamenti capaci di contribuire a risolvere il problema incombente del «cambiamento climatico e la minaccia del collasso di questa civiltà». Suggerisce di uscire dal gregge e dai condizionamenti che ci stanno irretendo in uno stile di vita che solo apparentemente rende più facile l’esistenza: ma è solo un sogno.

Con le pillole di semplicità volontaria (finalmente in formato cartaceo e non solo on-line settimanalmente nella «newsletter» del Centro Studi Sereno Regis) Cinzia Picchioni ci propone un modello che si ispira alla filosofia del Mahatma Gandhi, come ci ricorda Nanni Salio.

Le pillole che Cinzia ci suggerisce, nel libro appena pubblicato, sono consigli per risolvere problemi che si presentano quotidianamente; sono economicamente vantaggiosi, utili e spesso presentati in una forma divertente. Il libro è un manuale atemporale, scandito per stagioni e suddiviso per settimane; gli argomenti nascono dall’esperienza e dalla creatività dell’autrice che attinge anche da una tradizione che affonda le sue radici in tempi in cui era una necessità condurre una vita sobria.

Delle 54 pillole di cui è composta la raccolta ne ho scelte tre che hanno suscitato maggiormente il mio interesse:

La n. 5 (p. 16), «Memoria degli animali»:in cui viene riportato il testo della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Animale presentata a Bruxelles nel 1978, il 26 gennaio, data che è anche vicina al «Giorno della Memoria», 27 gennaio, per ricordare «olocausto», lager, «campi di prigionia». Nella stessa Pillola è anche riportato uno scritto autografo di Leonardo da Vinci:

Verrà il giorno in cui

l’uccisione di un animale

sarà considerato come quello di un essere umano.

La n. 14 (p. 43), Fiori… e insetti»: l’autrice ci racconta che cosa fa con le formiche (e non contro) le formiche. Le informazioni che ci dà sono frutto di esperienze fatte in campagna sui comportamenti dei piccoli insetti.

La n. 12 (p. 39), «…Pensiamoci, per l’ormai prossima primavera!»: Affittasi alberi da frutta è l’originale idea di un agricoltore inglese del Kent, mister Dallaway; gli inquilini non ci vivono ma possono fare scampagnate godere l’ombra dell’albero e recuperare la loro frutta. Cinzia suggerisce anche a noi di proporlo a uno dei contadini che incontriamo solitamente al mercato rionale.

Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *