Il calice di legno. Dino Torreggiani e la sua Chiesa | Segnalazione redazionale

/nas/content/live/cssr/wp content/uploads/2016/02/cop Sandro Spreafico Il calice di legno

Sandro Spreafico, Il calice di legno. Dino Torreggiani e la sua Chiesa, il Mulino, Bologna 2014, pp. 778, € 55.00

C’è un Indice dei nomi, c’è la Scheda cronologica (per contestualizzare temporalmente la vicenda), ci sono belle foto «d’epoca», in bianco e nero; ci sono moltissime note, divise per capitolo; c’è l’utile Indice delle abbreviazioni (per sapere sempre di cosa si sta parlando: per esempio, che cos’è l’Oasni? È l’Opera Assistenza Spirituale Nomadi d’Italia…

L’autore* ha ricevuto nel 1995 il compito di studiare la figura e l’opera di don Dino Torregiani. Questo libro è il risultato, in 800 pagine, di quello studio, reso possibile anche dall’Istituto «Servi della Chiesa» (che ha concesso l’utilizzo di carte archivistiche),

«In un contesto sociopolitico ed ecclesiale che va dalla Grande Guerra al post-Concilio, l’autore colloca la vicenda del “figlio del carrettiere”, che scommette sulla fecondità inesauribile di un sacerdozio inteso come “immolazione” volontaria al servizio dei poveri e dei più emarginati. Costruttore di coscienze cristiane, suscitatore di vocazioni religiose, educatore di laici adulti, don Torreggiani, con la fondazione dell’Istituto Servi della Chiesa (1948), conduce i suoi amici sulle frontiere della carità organizzata (oratori, assistenza carceraria […]). Sa dialogare con la Chiesa gerarchica e raggiungere soggetti spesso dimenticati dalla pastorale» (dalla Quarta di copertina)

* Storico dell’età contemporanea, si è formato alla scuola di Eugenio Dupré Theseider. Ha collaborato con le Università di Bologna e di Verona. È autore di numerose pubblicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *