Giovani «antenne» per la partecipazione sociale | Alessia Degliangeli


/nas/content/live/cssr/wp content/uploads/2016/01/antenne settimo

IL CORSO – Nella serata di oggi, mercoledì 20, un nuovo incontro tra ragazzi nella Sala Levi, alle 20.45

SETTIMO TORINESE – Le società in cui viviamo risultano sempre più complesse, e per questo, hanno bisogno di maggiore cooperazione e partecipazione da parte di tutti i cittadini. Come dice il motto «L’unione fa la forza», ma spesso è difficile, per molte persone, sentirsi veri protagonisti dei territori d’ appartenenza.

Le conseguenze possono dunque essere l’isolamento e il disinteresse da parte di chi ha perso la fiducia o semplicemente di chi non viene capito e ascoltato. Le «Giovani Antenne», del territorio settimese, si sono sintonizzate e, con la collaborazione di Ilaria Zomer, supervisore del Centro Studi Sereno Regis, hanno organizzato un corso di cinque incontri, dal 13 gennaio al 10 febbraio, sulla figura del facilitatore di processi formativi sul territorio. Nel primo appuntamento, di Giovani Antenne 2.0, intitolato Dalla crisi all’ascolto attivo, i peer educator della serata sono stati Robin Piazzo, Alessandra Dian e Dario Cirillo che, attraverso attività e un metodo di apprendimento informale, hanno coinvolto i partecipanti e gli hanno fatto sperimentare, la loro capacità di ascolto attivo, la quale risulta fondamentale per un facilitatore sul territorio. n prossimo incontro, intitolato Dal Conflitto alla mediazione, sarà stasera, mercoledì 20, presso la Sala Levi alle 20.45. Il corso è aperto a tutti coloro che vogliono sperirnentarsi e mettersi in gioco per diventare possibili costruttori di comunità e di cultura del bene comune.

Pubblicato in «La Nuova Periferia», 20 gennaio 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *