Il soldatino del Pim Pum Pà – Recensione di Cinzia Picchioni

cop_Mario Lodi, Il soldatino del Pim Pum PàMario Lodi, Il soldatino del Pim Pum Pà, orecchio acerbo, Roma 2014, pp. 36, €16,50, illustrazioni a colori di Michele Rocchetti

Così poche pagine e così tanti euro? Sììììììììì, ma perché non avete idea di che bello sia questo libro. Ottimo regalo per bambini, ma anche per «grandini» amanti del segno grafico. Il libro è cartonato, colorato, con un formato indimenticabile, e il racconto è in versi.

Il libro è del 1963, quando uscì senza le illustrazioni di Rocchetti (apprezzate recentemente da Mario Lodi stesso), e poi di nuovo nel 1974. Poi più nulla fino a questa edizione, veramente gradita.

Non saprei che altro dire, perciò, trascrivo le parole formulate dall’editore – orecchio acerbo – per «presentare» il libro, a lettori dai 5 anni in su:

«C’era una volta -e ora non c’è più- chi viaggiava in treno stipato come una sardina e chi stracomodo in prima classe. C’era una volta -e ora non c’è più- chi veniva di punto in bianco licenziato e non riusciva più a mantenere la famiglia. C’era una volta – e ora non c’è più – chi senza lavoro era costretto ad emigrare in terre lontane per cercare fortuna. […] C’era una volta – e ora non c’è più – chi col potere tutto questo garantiva e con la forza manteneva.

C’era una volta – e per fortuna qualche sua traccia ancor oggi si trova – il soldatino del pim pum pà. Aveva, e ancora in testa ha, l’idea di raddrizzare i torti. Di rovesciare le ingiustizie.

Un attualissimo racconto in versi di un grande maestro della letteratura per ragazzi accompagnato dalle immagini di un giovane talento dei nostri giorni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *