Entro Natale il bando per Corpi Civili di Pace


Dopo due anni di attesa le istituzioni rispettino l’ultima scadenza annunciata.

corpi-paceIl 15 dicembre “Giornata dell’obiezione di coscienza e del servizio civile”, data in cui ricorre l’approvazione della legge n.772/72 che riconosceva l’obiezione di coscienza al servizio militare obbligatorio in Italia, il Cons. Mauceri, Capo Dipartimento della gioventù e del servizio civile, ha annunciato la firma del prontuario sui Corpi civili di Pace (CCP) e dichiarato che entro Natale uscirà l’avviso per la presentazione dei progetti sperimentali CCP nell’ambito del servizio civile.

Il Tavolo Interventi Civili di Pace accoglie con soddisfazione questa notizia attesa ormai da due anni, quando nel Dicembre 2013 la sperimentazione venne
finanziata tramite un emendamento dell’On. Marcon alla legge di stabilità. L’imminente avvio dei CCP è stato annunciato in una conferenza congiunta
dei Ministeri del Lavoro e Politiche Sociali e degli Esteri a febbraio 2015, poi rinviato in diverse occasioni. Da parte delle istituzioni si riscontra invece una particolare celerità nell’invio di armi, munizioni e uomini nei teatri di guerra (dall’Iraq all’Arabia Saudita), a fronte di 24 mesi di attesa per le procedure di bando dei CCP, che inizieranno il loro lavoro tra altri 6 o 7 mesi.

Nel frattempo gli accordi e i progetti ipotizzati dalle associazioni italiane con partner in loco nei paesi di conflitto, o con aspiranti volontari, sono diventati obsoleti e sono stati cancellati. Le aree in cui le nostre associazioni potrebbero intervenire oggi sono diverse, gli obiettivi mutati, ma la necessità di intervenire ancora più pressante. L’emergenza umanitaria causata dai conflitti, gli attacchi del terrorismo internazionale, i contraccolpi dell’inefficace risposta militare, sono arrivati anche nel cuore d’Europa e l’associazionismo italiano è pronto per interventi alternativi, improntati alla costruzione della pace e all’azione nonviolenta, a sostegno della società civile in zone di conflitto.

Chiediamo quindi al Sottosegretario Bobba e al Consigliere Mauceri di rispettare la scadenza annunciata nella conferenza CNESC del 15 dicembre, pubblicando entro Natale il bando straordinario per Corpi Civili di Pace nell’ambito del servizio civile italiano. Un regalo di Natale necessario per i tanti giovani italiani che vogliono partecipare alla costruzione della pace nel rispetto dei nostri valori costituzionali, in Italia e all’estero.

Tavolo Interventi Civili di Pace
www.interventicivilidipace.org
17 dicembre 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *