Pillola vagante (4)

Siccome mi aspettano settimane faticose con il trasloco da organizzare ho pensato di condividere la ricetta di questo “tonico” anti-stanchezza. Nel giardino c’è un’enorme pianta di rosmarino perciò ne raccoglierò a piene mani (anche per approfittare della stufa accesa per farlo seccare e portarmene un po’ in città) e procederò con la preparazione:

/nas/wp/www/cluster 41326/cssr/wp content/uploads/2015/11/ROSMARINO 1

ingredienti

30 gr di rosmarino (fatevelo regalare da amici che vivono in campagna. Chiunque abbia una pianta di rosmarino ha tantissimo rosmarino da regalare)

1 tazza d’acqua (di rubinetto)

1 limone (biologico)

miele

procedimento

Facciamo bollire il rosmarino (30 gr è più o meno la quantità che sta in un cucchiaio da minestra) in una tazza d’acqua, per 15 minuti.

Filtriamo, strizzando bene e aggiungiamo il succo del limone, dolcificando con 1 cucchiaio di miele.

Beviamone da 1 a 3 tazze al giorno, per 15 giorni (così ci avviciniamo all’inverno vero ben tonificati)

rifiuti

Il rosmarino usato lo butteremo nel compost; il limone spremuto lo mangeremo e la buccia la taglieremo a striscioline, lasciandola a seccare per poi usarla (aromatizzare il tè, fare una tisana benefica per la gola, fare un dolce…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *