Formazione | ANPAMA – una maschera per liberarci

sabato 30 – domenica 31 maggio 2015 – dalle ore 10,00 alle 18,00
Centro Studi Sereno Regis – via Garibaldi, 13 – Torino

Il seminario è stato annullato per non aver raggiunto un numero sufficiente di iscritti.

/nas/wp/www/cluster 1313/cssr/wp content/uploads/2015/05/anpana

Il nostro corpo è la nostra stessa storia parla del nostro carattere, delle nostre ansie e dei nostri successi, delle paure e delle gioie che abbiamo di essere umani. Riflettere sui risultati di questa storia, fatta di un susseguirsi di milioni di eventi microscopici, psichici e mentali può permettere di trovare nuovi equilibri corporei, correggere errori posturali, modificare la nostra espressività, liberarci da “vizi” di cui non siamo consapevoli.

In questo laboratorio introduttivo, vogliamo proporre due giornate alla ricerca di possibili vie verso la consapevolezza del nostro corpo e della sua storia.

Lavoreremo prima sul corpo “nudo”, recuperando un tempo per noi stessi, per porci  in ascolto, per porci in relazione con gli altri, giocando (to play) con i corpi, siano essi il nostro o quello, rispettosamente avvicinato, altrui.

Proveremo ad indicare ed iniziare a prercorrere alcune possibili vie verso “il neutro assoluto”, una condizione in cui la normale e continua lotta con la gravità rimane neutra, senza la storia di cui parlavamo prima. Tramite il neutro assoluto possiamo renderci consapevoli di quale sia il nostro neutro (cioè la condizione, peculiare di ciascuno di noi, in cui ci sentiamo comodi, quando “fermi” in piedi). Il percorso verso il neutro assoluto, richiede consapevolezza corporea. A questo scopo, introdurremo alcuni esercizi pratici iniziali di consapevolezza di alcuni distretti o parti del corpo, tramite semplici camminate

Ad un certo punto del lavoro sarà introdotto l’uso della maschera larvale espressiva che permetterà lo sviluppo di una maggior coscienza sensoriale e corporea. Infatti la riduzione del campo visivo, prerogativa di queste maschere, metterà i partecipanti in una condizione di quasi “cecità” o “menomazione” e li condurrà verso una esplorazione fisica e psichica

Il laboratorio, aperto a tutti, si inserisce nell’ambito di “Ratatui“, un’iniziativa del gruppo Teatro, Musica e Danza del Progetto Irenea, nell’ipotesi che la conoscenza del proprio corpo porti ad una consapevolezza di se stessi, e che questa consapevolezza faciliti l’incontro con l’altro, riconoscendone e rispettandone le soggettivita’.

Conduttori: Andrea Atzeni, Mario Fasano, Paola Parini
Per  informazioni, costi e iscrizioni entro mercoledì 27 maggio | [email protected] | 3402217794

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *