Inaugurate a Berlino le statute a Snowden, Assange e Manning – Joanna Gill

Nella Alexanderplatz a Berlino, le statue di bronzo a grandezza naturale dei lanciatori di allarme (whistelblowers) Chelsea Manning, Julian Assange e Edward Snowden sono state intsallate alla presenza dei membri del partito dei Verdi tedesco, con alcuni attivisti.

berlin-statues
Le statue di Snowden, Assange e Manning inaugurate a Berlino

 

Tutti e tre i personaggi sono considerati eroi dalla politica di sinistra per aver divulgato documenti dei servizi segreti USA.

L’artista italiano Davide Domino, che ha realizzato l’opera, spiega che la sua intenzione era di “rappresentare tre eroi contemporanei che hanno perso la loro libertà per la verità”. Egli dice che la loro azione ci ricorda “quanto è importante conoscere la verità e il coraggio di conoscere la verità”.

Il fondatore di Wikileaks Julian Assange ha dovuto affrontare la minaccia di estradizione verso la Svezia perché accusato di stupro e molestie sessuali, ma in realtà l’accusa riguarda il suo ruolo nel divulgare documenti segreti USA. Ha trovato asilo nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra.

Il soldato Chelsea Manning (nato Bradley Manning) è stato condannato nel 2013 sulla base della legge sullo spionaggio per aver passato documenti militari e dei servizi segreti USA a Wikileaks. Attualmente sta scontando una condanna a 35 anni di carcere. Edward Snowden ha attualmente evitato l’estradizione negli USA ottenendo asilo in Russia. Egli ha divulgato informazioni sulla National Security Agency (NSA) ai giornalisti rivelando la scala delle possibilità di sorveglianza globale del governo USA. Le loro statute verranno portate in vari luoghi secondo un percorso programmato. Se vi trovate a Berlino, le loro statute sono al Die ökologische Kulturoase.

con APP, Reuters
Traduzione a cura del Centro Studi Sereno Regis
Titolo originale: Snowden, Assange and Manning statues unveiled in Berlin
http://www.euronews.com/2015/05/01/snowden-assange-and-manning-statues-unveiled-in-berlin/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *