Semplicità agìta

Con l’accento sulla «i», non nel senso che la semplicità ci fa diventare agitati!

volantino_baratto

Quindi il 3 maggio p.v. possiamo «agire» la semplicità volontaria portando oggetti da «vendere» al mercatino:

«Porta gli oggetti che vuoi (libri, abiti, giochi, oggetti elettronici, elettrici e meccanici ecc..) da barattare durante il mercatino, purché funzionanti e in buone condizioni e quindi in grado di essere utilizzati.? Decideremo insieme un controvalore in crediti dell’oggetto con i quali si potranno prendere altri oggetti disponibili nel mercatino, anche in un momento successivo. Durante la giornata si potrà assistere alla presentazione di progetti e prodotti di piccole realtà artigianali ed agricole presenti sul territorio…

Regole del gioco

Porta gli oggetti che vuoi barattare durante il mercatino.

Alcune regole generali

Gli oggetti elettrici/meccanici ecc. devono essere funzionanti al momento dello scambio (quindi eventualmente mettete delle pile)

Inseriamo un limite di 10 oggetti, se qualcuno ne porta di più, alla fine del baratto, o quando decide di andare via, se li deve portare indietro (purtroppo non abbiamo spazio a sufficienza per prendere tutto)

Non accettiamo oggetti impolverati o visibilmente vecchi o rotti

L’abbigliamento deve essere nuovo o usato ma tenuto bene (no macchiato o bucato)

No oggetti religiosi

Non accettiamo le videocassette o cd masterizzati, solo CD o DVD nuovi o usati ma adatti alle nuove tecnologie..

Non accettiamo trucchi (rossetti, ombretti, ecc..) già usati, solo nuovi.

Gli oggetti in generale di plastica o altro materiale devono essere già puliti.

Insieme all’organizzazione, si deciderà un controvalore in crediti dell’oggetto. L’organizzazione può decidere di non prendere in carico specifici oggetti. Sarà possibile utilizzare i crediti come controvalore di qualsiasi altro oggetto disponibile nel mercatino, anche in un momento successivo.? Gli oggetti inseriti nel mercatino passano nella disponibilità dell’organizzazione alla fine della sessione del mercatino o quando il precedente possessore utilizza i crediti ricevuti in controvalore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *