Pillola ciclica…

… non nel senso che ritorna puntualmente, ma in quanto si occupa di cicli, e particolarmente bi-cicli!
Con il bel tempo ci sono molte più biciclette in giro, e molte persone tirano fuori la loro dalla cantina. Soprattutto i ciclisti occasionali (quelli «della domenica»), ma non solo, hanno bisogno di consigli come quelli stilati dalla rivista «aam terranuova» (l’elenco è stato scritto dalla Fiab, Federazione Italiana Amici della Bicicletta). Ne ho fatto un piccolo riassunto:

1. Consìderati come tutti gli altri mezzi, nel bene e nel male. Cioè non sentirti inferiore, ma non essere arrogante.
2. Controlla le condizioni della tua bici (gomme gonfie, campanello funzionante, luci che ti rendano visibile…)
3. Segnala per tempo le tue intenzioni, considerando che le automobili ci mettono un po’ a frenare (e che in genere non «vedono» i ciclisti).
4. Non pedalare con le cuffie per ascoltare la musica o parlando al cellulare. Non distrarti, e cerca sempre di stabilire un contatto visivo con gli automobilisti.
5. In un incrocio difficile meglio comportarsi come un pedone, attraversandolo in due o più tempi, persino con la bici «a mano». Uno dei privilegi della bici è proprio questo: a un certo punto puoi decidere di scendere e portarla a mano: incontri un amico, hai troppo freddo, piove improvvisamente, sei stanco, hai comperato qualcosa di ingombrante…
6. Preferisci percorsi più lunghi ma meno trafficati e/o dissestati.
7. Le biciclette possono circolare nelle aree per i pedoni, ma ricorda che occorre garantir loro lo spazio e che hanno sempre la precedenza.
8. Attenzione: alle rotaie, la tua ruota può incastrarsi dentro e farti cadere; ai veicoli parcheggiati con qualcuno alla guida, potrebbe aprire la portiera o muoversi in quel momento; ai motorini, che spesso superano a destra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *