Cinemautismo – “Wrong Planet” di Chiara Sambuchi

sabato 5 aprile 2014 – ore 20.45
sala Poli – Centro Studi Sereno Regis – via Garibaldi, 13 – Torino

wrong_planet_dvd_450Anteprima di Wrong Planet di Chiara Sambuchi, documentario tedesco in cui i tre protagonisti con sindrome di Asperger si raccontano.

Nell’ambito di “cinemAutismo – il cinema si tinge di blu” a Torino da mercoledì 2 a lunedì 7 aprile 2014: Cinema Lux, Scuola Holden, Centro Studi Sereno Regis, Cecchi Point – Hub Multiculturale, Cinema Ambrosio. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. A cura dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema.

Torna cinemautismo la prima rassegna cinematografica italiana dedicata all’autismo e alla sindrome di Asperger a cura di Marco Mastino e Ginevra Tomei e organizzata dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema grazie al sostegno di Fondazione Paideia Onlus, Fondazione CRT, Gruppo Asperger Onlus, Angsa Piemonte Onlus sez. di Torino e il Centro Servizi per il Volontariato Idea Solidale.

La sesta edizione di cinemautismo propone cinque giorni di cinema “in blu”, colore associato alla Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, in cinque diversi spazi della città di Torino, si inizia mercoledì 2 aprile, Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, al Cinema Lux e si prosegue il 4, 5, 6 e 7 aprile presso la nuova sede della Scuola Holden, il Centro Sereno Regis, il Cecchi Point e il Cinema Ambrosio.

“Quando abbiamo iniziato l’avventura di cinemAutismo – raccontano i curatori Marco Mastino e Ginevra Tomei – non avremmo mai pensato di arrivare alla sesta edizione, invece ogni anno non solo scopriamo nuovi e interessanti film, che non trovano distribuzione in Italia ma che si possono vedere nella nostra rassegna, ma aumentano anche il pubblico e le collaborazioni, come quella con un’associazione marchigiana che ha portato alla realizzazione di una versione ridotta di cinemAutismo anche in centro Italia. Siamo inoltre molto contenti di aver proseguito la collaborazione per le scuole con il Museo Nazionale del Cinema e di aver contribuito a un nuovo progetto di Angsa dedicato alla sensibilizzazione degli studenti delle scuole di Torino. Continua quindi il nostro impegno a 360° per promuovere, giorno dopo giorno, una cultura d’inclusione grazie alla magia del cinema.”

Per il primo appuntamento in calendario mercoledì 2 aprile cinemautismo propone, alle ore 20.45 presso il Cinema Lux, la proiezione in anteprima italiana della commedia The Story of Luke di Alonso Mayo, pellicola vincitrice di numerosi premi che narra la storia del giovane Luke, con Sindrome di Asperger, alle prese con la ricerca di un lavoro e di una fidanzata.

Venerdì 4 aprile, alle ore 20.45 presso la nuova sede della Scuola Holden, si proseguirà con il documentario on the road The Special Need di Carlo Zoratti, presentato nell’ultima edizione del Festival di Locarno, che affronta con delicatezza il tema della sessualità nell’autismo.

Il terzo luogo che ospiterà la rassegna sarà la sala Gabriella Poli del Centro Sereno Regis presso cui, sabato 5 aprile alle 20.45, si terra l’anteprima di Wrong Planet di Chiara Sambuchi, documentario tedesco in cui i tre protagonisti con sindrome di Asperger si raccontano.

Il documentario italo-argentino Ocho Pasos Adelante di Selene Colombo inaugurerà alle ore 17.00 la giornata di domenica 6 aprile presso il Cecchi Point alla presenza della co-produttrice Sabina Colombo. Farà seguito l’intervento della fotografa Paola Schillaci che presenterà il suo doppio progetto fotografico, “A day with Noah” e “A day with Elia”, in mostra presso il Cecchi Point a partire da lunedì 17 marzo. Concluderà la serata alle ore 20.45 l’anteprima italiana del lungometraggio God’s Ears diretto ed interpretato da Michael Worth che narra l’amicizia tra un aspirante boxeur con autismo e una ballerina di night.

La rassegna terminerà lunedì 7 aprile, alle ore 20.45 al Cinema Ambrosio, con l’anteprima italiana di Mabul di Guy Nattiv, lungometraggio israeliano che narra il difficile rapporto tra un adolescente e il fratello autistico.

In contemporanea alla rassegna torinese, quest’anno cinemautismo sbarca nelle Marche, grazie alla collaborazione con l’Associazione Omphalos Onlus, e propone due film, El viaje de María di Miguel Gallardo e Ocean Heaven con Jet Li, che verranno presentati il 2 aprile a Fermo, per proseguire il 5 aprile a Cupra Marittima, l’11 aprile a Jesi e il 18 aprile a Pesaro.

“Una vita senza autismo. E’ desiderabile? Vorrei rispondere a questa domanda con un definitivo “no”. Non considero il mio autismo una malattia che necessita di essere curata. Il mio autismo è, per me, un modo speciale di vivere, di pensare, di sentire, e di agire. […] Quello che desidero per il futuro non è di essere curata dall’autismo, ma una maggiore comprensione per le persone che sono differenti.” (Nicole Schuster, scrittrice protagonista del documentario Wrong Planet)

L’autismo – ma ormai si parla sempre più spesso di “autismi” data l’enorme varietà di sintomi con i quali si manifesta – fa parte dei disturbi pervasivi dello sviluppo e comporta, spesso in modo severo, la compromissione qualitativa dell’interazione sociale e della comunicazione, oltre che modalità di comportamento, attività e interessi ristretti, ripetitivi e stereotipati. Questi disturbi non fanno parte delle disabilità facilmente riconoscibili e potrebbero esser quindi definiti come delle “disabilità invisibili”, nonostante – secondo stime prudenziali – in Europa 6 persone su 1000 ne siano affette. Malgrado l’elevata incidenza di tali disturbi sulla popolazione, le difficoltà che le persone con autismo e le loro famiglie devono affrontare ogni giorno restano in gran parte ancora sconosciute nella nostra società.

Per informazioni: [email protected] – www.cinemautismo.it / [email protected] – http://movieontheroad.com 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *