Angelo Tartaglia presenta “State of the World 2013”

giovedì 13 febbraio 2014 – ore 18
sala Gandhi – Centro Studi Sereno Regis – via Garibaldi 13 – Torino

Come sta il mondo? È ancora possibile la sostenibilità? Cerchiamo di rispondere a queste domande presentando “State of the World 2013” e parlando delle più interessanti iniziative ecologiche dei movimenti e della società civile made in Usa.

Oggi il termine “sostenibilità” è troppo spesso svuotato del suo reale significato, sono molti gli artefici e i complici di questa distorsione, il quadro è estremamente complesso e le complicazioni abbondano.

A illustrarci il rapporto è Angelo Tartaglia, professore del Politecnico di Torino.

A seguire, una panoramica, in particolare relativa a ciò che accade negli Stati Uniti, sulle più interessanti attività, iniziative e progetti dei movimenti, delle associazioni e della cittadinanza, in favore di una necessaria inversione di tendenza.

Per andare oltre la sostenibilità con cognizione e fermezza, facciamo chiarezza e condividiamo proposte, anche in questo appuntamento.

pino_ferraris“L’incontro sarà dedicato allo storico del movimento operaio Pino Ferraris, attento studioso delle correlazioni fra sostenibilità, tecnologia e occupazione”.

 

 

CONTENUTI

Ogni giorno abbiamo a che fare con prodotti “sostenibili” e con attività “verdi”. Perlopiù si tratta di soluzioni leggermente meno dannose rispetto alle alternative convenzionali. Così, tutto è diventato sosteniblablablà. È arrivato il momento di “rottamare” questo concetto oppure possiamo trovare un modo più accurato per valutare la sostenibilità? In State of the World 2013 scienziati, esperti di politica ed economia e leader internazionali affrontano la questione, cercando di ridare un senso al termine “sostenibilità” per superarne la mera visione di strumento di marketing. Nel farlo, gli autorevoli contributors che hanno preso parte alla realizzazione del volume definiscono parametri di valutazione chiari e analizzano le politiche e le azioni che ci possono mettere sulla strada della prosperità senza intaccare il benessere delle generazioni future. In caso di fallimento, dovremo preparare le nostre società al declino ambientale e all’esaurimento delle risorse, rafforzando la democrazia, la resilienza e la protezione del patrimonio culturale. In uno scenario caratterizzato da conflitti sempre più accesi e massicci flussi migratori. È ancora possibile la sostenibilità? La riposta ci riguarda tutti, e molto da vicino.

L’AUTORE

Worldwatch Institute, fondato nel 1974, è considerato il più autorevole centro di studi interdisciplinari sui trend ambientali del nostro pianeta. L’Istituto ha come obiettivo quello di favorire il passaggio verso una società sostenibile, in cui dare risposta ai bisogni umani senza minacciare la sopravvivenza dell’ambiente naturale e le prospettive delle generazioni future.

Gianfranco Bologna cura da 26 anni l’edizione italiana dello State of the World. È direttore scientifico e Senior Advisor del WWF Italia; è segretario generale della sezione italiana del Club di Roma, Fondazione Aurelio Peccei. Tra i suoi libri: Pianeta Terra (Mondadori, 1990), Nelle nostre mani (Mondadori, 1993), Italia capace di futuro (Emi, 2000), Manuale della sostenibilità (Edizioni Ambiente, 2008), Natura Spa (Bruno Mondadori, 2013) e Sostenibilità in pillole (Edizioni Ambiente, 2013).

Una replica a “Angelo Tartaglia presenta “State of the World 2013””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *