Natale in casa Cupiello?

Questa volta la «Pillola» riguarda un consiglio di «semplicità festeggiante». Un modo un po’ «diverso» di trascorrere il giorno di Natale, una festa che a volte provoca tanta ansia, dispiacere, vero e proprio malessere, mentre può essere un avvenimento carino e senza complicazioni, senza regali, senza parenti per forza, senza tutto il carico di inautenticità che a volte si porta dietro.

No, in casa Picchioni, e senza alcuna morte (come avviene nella famosa tragicommedia di Eduardo De Filippo), neanche di un animale, neanche di un uovo. Un Natale nonviolento.

Siccome quello che sta per venire sarà l’ultimo Natale che trascorreremo in quella casa, mio figlio ed io abbiamo creduto di fare una cosa carina come gli scorsi «Film del Solstizio» (quando, nel giorno che segna l’inizio dell’inverno, invitavamo chiunque volesse a passare da noi per vedere insieme un film «natalizio» e farci gli auguri in semplicità e condivisione del cibo).

Quest’anno abbiamo pensato che può esserci qualcuno solo, qualcuno che dopo il luculliano pranzo in famiglia (o prima della cena) ha voglia di fare due passi, qualcuno che, conoscendoci, ha desiderio di venire a salutarci, qualcuno che, non conoscendoci, invece di andare in un cinema preferisce venire a casa nostra a vedere un film a sorpresa.

Ci sarà il fuoco del camino, ci saranno dolci vegani, si potrà bere una tisana calda, brinderemo al Natale, potremo guardare tutto il film (che sarà proiettato, non-stop, per tutta la giornata). Ma sarà anche possibile passare per cinque minuti mentre si torna a casa, condividere gli avanzi, fermarsi di più… insomma, una cosa «leggera» per chi è solo, per chi vuole vedere uno spezzone di film, per chi vuole scaldarsi un attimo, per chi non sa dove andare, per chi soffre a festeggiare il Natale in modo convenzionale…

Non serve avvertire, né «iscriversi», né altro che presentarsi in via Bertola 57, a Torino, suonare al citofono PICCHIONI, salire al primo piano, togliersi le scarpe e entrare. Il 25 di dicembre, dalle 11 alle 18. A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *