Alle frontiere di Bisanzio. Splendori perduti della Cilicia fra i secc. IX-XV

giovedì 5 dicembre 2013 – ore 9.30-18.30
sala Gabriella Poli – Centro Studi Sereno Regis – via Garibaldi, 13 – Torino

Questo incontro vuole proporre riflessioni su una realtà politica (la Cilicia armena), al tempo stesso frontiera di Bisanzio, avamposto della cristianità in Oriente e terra di riconquista islamica. Lo scontro tra potentati cristiani e islamici su questa frontiera dovette confrontarsi con la diaspora delle popolazioni del Caucaso pilotata da Bisanzio verso le montagne del Tauro, l’Eufratese, il golfo di Alessandretta (Iskenderun) dove il controllo dello stato si stava frammentando. Ai nuovi abitanti il riconoscimento di Bisanzio e dell’Occidente permise il radicamento e la crescita economica necessari ad alimentare la costruzione di una cultura propria. Allo stesso modo, l’adattamento e l’assimilazione ai potentati vicini rappresentarono una scommessa culturale e strategica.

Lo scopo della giornata è puntualizzare alcune questioni circa i diversi percorsi seguiti dai soggetti coinvolti in quel processo, per raggiungere i propri obiettivi (consolidare, ottenere, riconquistare). Come vennero affrontati i problemi pratici di amministrazione, ma soprattutto attraverso quali meccanismi si arrivò alla rielaborazione di un’identità, in contrapposizione con Bisanzio e in contrasto con l’Armenia propriamente detta. Barriera identitaria lungo le coste del Mediterraneo, la Cilicia in quanto stato, assunse il ruolo di mediazione e di riferimento culturale su vasta scala.

Programma

9.30 – Saluti di apertura

10.00 – Mario Gallina, Strutture sociali, economiche, insediative, da Bisanzio alla Cilicia armena.

10.30 – Benedetta Contin, Forme e proporzioni geometriche e matematiche in Davide l’Invincibile

11.00 – Boghos Levon Zekiyan, Nerses Lambronac’i (XII sec.) – una figura di frontiera.

11.30- Alessandro Tosini, L’architettura del palazzo tra Bisanzio e Islam.

12.00 – Marco Bais, Il ruolo dei Mongoli nel consolidamento della frontiera.

13.00 – Pausa

14.30 – Paolo Lucca, Traduzioni di ebrei armeni in epoca ciliciana. La lingua di frontiera modificata dalle contaminazioni esterne.

15.00 – Enrico Basso, Mercanti occidentali nelle città del Regno.

15.30- Emanuele Morezzi, Eredità classica e bizantina nelle città della Cilicia armena: la necropoli di Kanitellis.

16.00 – Claudia Bonardi, Eredità classica e bizantina nelle città della Cilicia armena.

16.30- DonatellaTaverna, I santi di Anazarbo

17.00- Ermis Segatti presenta il libro “Gli armeni lungo le strade d’Italia”.

17.30- Cenni di musica mediorientale a cura di Aram lpekbjian e Maurizio Redegoso Kharitian

 

Una replica a “Alle frontiere di Bisanzio. Splendori perduti della Cilicia fra i secc. IX-XV”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *