Percorso formativo – CONFLITTI METROPOLITANI. Impara a trasformare con creatività i conflitti di oggi

Se sei un giovane dai 19 ai 30 anni che pensa che ciò che succede in città non si risolva solo in termini di ordine pubblico, allora

 TI ASPETTIAMO IL 6 NOVEMBRE AL CENTRO STUDI SERENO REGIS,
IN VIA GARIBALDI 13 A TORINO

Il_colpo_della_metropolitana

Un corso di formazione completamente gratuito, strutturato in 5 moduli, per un totale di 45 ore da novembre a maggio.

Al termine del percorso i partecipanti acquisiranno competenze e strumenti per facilitare, mediare e trasformare i conflitti che si sviluppano quotidianamente nell’ambito lavorativo, associativo, dei rapporti interpersonali e in generale nel territorio.

Il corso ha un approccio multidisciplinare e partecipato e si avvale del contributo di professionisti della trasformazione nonviolenta dei conflitti e di docenti dell’ Università degli Studi di Torino

 TERMINE ISCRIZIONI
MERCOLEDI’ 30 OTTOBRE

Di seguito trovi il programma del corso e il modulo di iscrizione da scaricare

Programma conflitti metropolitani

Modulo d’iscrizione

Il file del modulo d’iscrizione è in formato PDF per essere compilato a mano e consegnato di persona al Centro Studi  – oppure scansionato e rispedito via mail. Chi volesse utilizzare un formato modificabile (doc, rtf, odt…) è pregato di richiederlo via mail all’indirizzo [email protected]

Per ulteriori informazioni scrivi a [email protected]

Il corso ha ottenuto il patrocinio dell’Università degli Studi di Torino

Una replica a “Percorso formativo – CONFLITTI METROPOLITANI. Impara a trasformare con creatività i conflitti di oggi”

  1. Buongiorno a tutti ,

    Penso che il percorso formativo Conflitti Metropolitani sia una bellissima iniziativa per tutti. Ma soprattutto per noi giovani, penso che ormai,con tutte le cose che vediamo succedere intorno a noi tutti giorni, e cose alle quale assistiamo con totale arresa o indifferenza,ci vorrebbe molto spesso questo tipo di iniziativa, anche per i più piccoli che saranno i giovani di domani. E quindi nonostante non mi senta personalmente coinvolta nel tema della violenza, parteciperei perché amo questa città ci vivo da 6 anni ,e in quanto giovane, mi sento di dover far anch'io qualcosa per potare un cosa positiva in più :-)
    Vorrei quindi ringraziare tutti coloro che hanno ideato e resa reale questa bellissima iniziativa!

    sarah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *