Sempre per il mare…

… ma un po’ meno radicale (fa pure rima…). Se proprio non ce la fai a non usare il detersivo per lavare gli indumenti, almeno auto-producilo, sempre meglio che comprarlo (quello acquistato è chimico, se non è chimico è pur sempre dentro a un flacone di plastica, se è comprato «alla spina» è pur sempre stato prodotto, trasportato, travasato, venduto, magari costoso – e questo è un bene, così magari se ne usa di meno…). Dunque, poiché va sempre a finire tutto nel mare, almeno usiamone poco, proprio quando serve (a volte è sufficiente l’acqua calda) e facciamocelo. Ecco un modo (sperimentato) semplice.

Detersivo per lavaggi a mano

Oltre a usare il normale sapone di Marsiglia «pezzo», puoi ridurne a scaglie una parte, aggiungere 2 tazze di acqua bollente e mescolare finché non si scioglie (può volerci un po’ di tempo, ma puoi anche lasciare tutto in un recipiente e ogni tanto mescolare e magari aggiungere un po’ di acqua bollente e rimescolare, finché non si sia ridotto a una cremina). Così sarebbe già sufficiente. Ma per raffinati: aggiungi 4 cucchiai di glicerina e 10 gocce di olio essenziale di limone. Quando sarà tutto raffreddato versalo in un flacone (può darsi che continui a sciogliersi, e che tu debba aggiungere ancora dell’acqua molto calda e agitare… e così via finché tutto sarà liscio e omogeneo, proprio come il sapone liquido che si compra). Grazie a «Yoga Journal» per gli spunti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *