BiciAgenda 2013 – Recensione di Cinzia Picchioni

Alfredo Bellini (a cura di), BiciAgenda 2013, Editrice Terra Nuova, Firenze 2012

La carta utilizzata per questa pubblicazione è prodotta dalle cartiere Cartolaro e certificata dal marchio «Der Blaue Engel» (Angelo Azzurro) rilasciato dal Ministero dell’ambiente tedesco per i prodotti cartacei realizzati con fibre provenienti al 100% da carta straccia, di cui almeno il 65% proveniente dalla raccolta differenziata. La cartiera certifica che la cellulosa non è sbiancata con prodotti contenenti cloro o sbiancanti ottici, ma con ossigeno e acqua ossigenata.

Questa scritta campeggia sull’ultima pagina della BiciAgenda 2013, pubblicata da Editrice Aam Terra Nuova, via Ponte di Mezzo 1, 50127 Firenze.

Ho pensato che siamo ancora in tempo a prendere questa agenda, che forse non ne abbiamo ancora comperata una, che forse non la troviamo come la vogliamo noi… (www.terranuovaedizioni.it).

Qui il formato è comodo e agevole, il colore predominante è il verde, c’è il segnalibro e la copertina molto rigida (il che è molto buono). Sottotitolo: «365 buoni motivi per spostarsi su due ruote 365 giorni l’anno», e poi l’indirizzario con strutture alberghiere amiche dei ciclisti, piste ciclabili, ciclofficine; e ancora che cosa fare in caso di furto, bibliografia, la bicicletta nei film, tutto «ciclo-orientato»! Gli eleganti disegni sono parti della bici (una sella, un manubrio, una catena…); ogni due pagine c’è una frase, sempre sulla bicicletta; e poi c’è la frase per me più bella, nell’ultimo giorno del 2013, detta (scritta?) da Ivan Illich: «Gl uomini liberi possono percorrere la strada che conduce a relazioni sociali produttive solo alla velocità di una bicicletta».

Per ogni mese poi, c’è un brano un po’ più lunghetto, una dichiarazione d’amore alla bibicletta, di cui in quarta di copertina si ringraziano gli autori e le autrici: «Un ringraziamento speciale ad Alfredo Bellini, curatore di BiciAgenda 2013, e a: Bruno Contigiani, Tiziana Cristiani, Antonio Dalla Venezia, Marcella Danon, Berarda el Vecchio, Francesco Favi, Luca Madiai, Paolo Merlini, Pietro Pani, Andrea Satta e Daniele Scaglione per i testi forniti come apertura dei singoli mesi».

6-si-new-e1351266073927

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *