Regaliamo solo cibo…

… anche se non si mangia!

Dài non ditemi che non la conoscete! Si tratta di un profumatore per armadi (ma non solo) costruito con un’arancia e dei chiodi di garofano.

Ma sì dài che vi sta venendo in mente… dobbiamo prendere un’arancia e conficcarci molti chiodi di garofano (bastano le dita, non c’è un martelletto adatto!), magari disegnando una spirale sulla superficie della buccia, o facendo tanti spicchi, un po’ come i meridiani della Terra. Meglio abbondare, ma lasciate un po’ di spazio fra un parallelo e l’altro, o almeno 4 piccoli «spicchi» vuoti per farci passare un nastro.

Quando avrete terminato i chiodi di garofano e tutta la superficie dell’arancia risulterà coperta potrete passare al confezionamento, incrociando sull’arancia un nastro colorato, di tessuto (come si fa con un pacchetto, dopo averlo incartato), e un bel fiocco in cima (sul «Polo Nord, se pensiamo all’arancia come alla Terra), che servirà anche per appenderla. Già, appanderla: per qualche misterioso motivo l’arancia in breve seccherà in poco tempo, sprigionando un aroma delizioso (e pare che i chiodi di garofano non siano graditi alle tarme. Io non lo so se funziona, ma tanto la naftalina non la uso nemmeno sotto minaccia…).

Possiamo confezionarne diverse, con fiocchi di colore diverso; l’arancia «deodorante» può andare bene anche in auto, al posto dell’odioso alberello! E a parte tutto è un bellissimo oggetto. In poco tempo l’arancia diventa leggerissima e «vuota», mantenendo il colore e il profumo… questa è magia (altro che «arbre magique»… che si dovrebbe chiamare «arbre chimique»).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *