Convegno – La crisi è del sistema. Quali risposte dalla cultura nonviolenta?

Museo Regionale di Scienze Naturali
Sala Conferenze – via Giolitti, 36 – Torino
sabato 6 ottobre 2012 – dalle ore 9.00 alle ore 18.00

ingresso gratuito

Fin dalle origini la presenza di comunità umane nella biosfera ha modificato l’ambiente vitale, provocando effetti sempre più invasivi, dovuti all’aumento della popolazione e allo sviluppo della tecnologia.

Tuttavia, prima della rivoluzione industriale e prima dell’espansione verificatasi nel XX secolo, lo sfruttamento delle risorse naturali era stato marginale rispetto all’equilibrio umanità-ambiente, che ora si è infranto. 

Infatti nell’epoca attuale le complesse dinamiche dei sistemi climatico, alimentare, energetico, economico, sociale, politico, militare, strettamente correlati l’uno con l’altro, risultano sempre più incompatibili con la continuità della vita umana.

La crescita dei processi sopra ricordati è insostenibile in un mondo finito e porterà al collasso del sistema umanità-biosfera, se non verrà opportunamente ridimensionata. Ci troviamo quanto mai vicini ad una situazione di non ritorno e diventa sempre più urgente orientare la società umana verso soluzioni sostenibili.

Perciò nella Giornata Internazionale che commemora la nascita di Gandhi (2 ottobre 1869), il Convegno chiama in causa la nonviolenza sia come disciplina individuale sia come pratica collettiva per superare le sfide imposte alla nostra civiltà dalla crisi globale.

Quest’anno la ricorrenza della Giornata coincide col festeggiamento dell’ottantesimo compleanno di Giuliano Pontara, uno dei più autorevoli studiosi del pensiero di Gandhi.

Programma

MATTINO: “La mente dell’essere umano più ha, più vuole, rimanendo sempre insoddisfatta”(M.K. Gandhi)

Nanni Salio: Accoglienza come presidente del CSSR e introduzione: le forme della violenza
Elena Camino: Richiamo alla Giornata Internazionale della Nonviolenza e presentazione come moderatrice
Giuliano PontaraFiducia in una società del ben vivere di tutti
Elisabetta Donini: Cultura femminile e principio del limite
Alice Benessia: Immaginari tecnoscientifici e sostenibilità: dalla potenza all’umiltà

Dibattito

Pranzo conviviale ad offerta libera (minimo 5 euro; 3 euro per chi porta con sé piatto, posate e bicchiere lavabili)

Prenotazione obbligatoria entro il 4 ottobre all’indirizzo [email protected] o al numero 011 532 824

POMERIGGIO :Vivere semplicemente per permettere agli altri semplicemente di vivere” (M.K. Gandhi)

Dalla Primavera Araba ad Occupy Wall Street: analisi di movimenti nonviolenti a cura di Dario Cambiano e di Nanni Salio

Il calcolo dell’impronta ecologica: laboratori di semplicità volontaria a cura di Cinzia Picchioni, in collaborazione con Marco Bagliani, Simone Contu e Alessandro Zanzo

Conclusioni

* * *

Convegno realizzato insieme al Gruppo ASSEFA Torino e al Movimento Internazionale della Riconciliazione-Movimento Nonviolento di Piemonte e Valle d’Aosta, con il patrocino della Regione Piemonte, della Provincia di Torino, della Città di Torino e della Circoscrizione 1 Centro-Crocetta e con la collaborazione del Museo Regionale di Scienze Naturali.

Una replica a “Convegno – La crisi è del sistema. Quali risposte dalla cultura nonviolenta?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *