Assemblea Tavolo Interventi Civili di Pace 10-06-2012

Presenti: Ilaria Ciriaci, Paolo Colantonio (MIR), Fausta Gerin (CARITAS UDINE), Paola
Robino Rizet, Martina Pignatti, Valentina Quaresima, Bruna Felici, Caterina Mecozzi (UN
PONTE PER…), Tiziana Volta (MONDO SENZA GUERRE BRESCIA), Cristiano Chiesa Bini
(MONDO SENZA GUERRE ROMA), Luisa Morgantini e Alessandra Felici (ASSOPACE),
Eduino Ugolini (RETE ARTISTI CONTRO LA GUERRA), Graziano Tullio (CENTRO STUDI
DIFESA CIVILE), Anna Fazi e Ilaria Zambelli (CASA PER LA PACE MILANO), Gianmarco Pisa
(OPERATORI DI PACE CAMPANIA), Carla Biavati (IPRI-Rete CCP), Gianni D’Elia (CENTRO
STUDI SERENO REGIS), Alessandro Capuzzo (TAVOLA DELLA PACE FRIULI VENEZIA
GIULIA), Marinella Correggia, Raffaella Mendolla (MOVIMENTO NONVIOLENTO), Anna Pia
Saccomandi (CONFERENZA NAZIONALE VOLONTARIATO GIUSTIZIA).
Gruppo di Servizio: Daniele Amorati, Francesco Spada, Giada Stefani, Ilaria Zambelli, Luciana Rossi.
DECISIONI APPROVATE
* Il Tavolo si riunirà con due appuntamenti fissi due volte l’anno. Un appuntamento
potrebbe essere in occasione del Forum per la Pace. Il tavolo ICP si impegnerà affinché
diventi permanente.
* IL PROSSIMO INCONTRO DEL TAVOLO si svolgerà a margine del Forum Nazionale
della Cooperazione, Milano 26/27 settembre 2012. Assopace, Un ponte per… e CSDC
lavoreranno per avere spazio anche all’interno del forum per presentare la proposta ICP.
* EVENTO NAZIONALE di presentazione del documento sui Criteri ICP approvato in
data 10 Giugno 2012 (vedi elenco associazioni di seguito nel Verbale). Potrebbe essere
presentato già in occasione del Forum di Settembre, ma l’evento vero e proprio si terrà
a novembre/dicembre 2012 in occasione della pubblicazione sul peacekeeping civile del
CSDC, che potrebbe includere il documento stesso.
* EVENTI LOCALI di presentazione del documento sui criteri ICP: ogni associazione si
impegna a presentarlo all’interno del territorio in cui opera il 2 ottobre 2012 o in giorni
vicini a questa data, in occasione della Giornata Internazionale della Nonviolenza.
* Riscontri, commenti e contributi delle associazioni per lo sviluppo del sito web del
tavolo: http://www.interventicivilidipace.org/wp/ ENTRO IL 20 LUGLIO 2012, in modo
da poterlo modificare in tempo per il Forum di Settembre.
* Cerchiamo di fare percorsi formativi comuni, in riferimento ai contenuti/metodi
documento
* Fare l’analisi dei progetti pilota
* Approfondire e concretizzare i punti del documento
* Messa in rete degli archivi delle associazioni in modo da rendere visibile tutta la
documentazione di cui siamo in possesso
DISCUSSIONE
Condivisione documento
Tutte le associazioni presenti al momento del dibattito, ad eccezione di “Mondo senza guerre
e senza violenza” e “Mir”, approvano il documento che hanno già precedentemente discusso
all’interno di ogni singola realtà.
Il gruppo di servizio invierà il documento all’associazione “Mondo senza guerre e senza
violenza”.
L’assemblea decide che le associazioni che ancora non hanno approvato il documento
dovranno comunicare la loro adesione entro il 20 giugno 2012.
“Mir” chiede chiarimenti relativi agli interventi in Colombia e all’accompagnamento non armato.
Chiarito che ci sarà uno storico raccolto sul sito e che sul documento sono stati riportati solo
alcuni degli interventi, e che l’accompagnamento non armato è presente tra le azioni di ICP,
il “Mir” approva e aderisce al documento, sottolineando l’importanza della figura dell’operatore
di pace (che sia volontario, professionista o volontario che diventa professionista).
Martina Pignatti ricorda che per motivi di praticità la bibliografia è stata spostata sul sito
www.interventicivilidipace.org/wp (sito in costruzione).
Alcune associazioni presenti esprimono il desiderio di chiudere e approvare il documento,
sottolineando il lungo e faticoso lavoro che alcuni dei presenti hanno svolto per due anni,
chiedendo alle altre associazioni di viverlo come una parte di un percorso e un documento in
movimento.
Viene ricordato come il documento sia la fine di un processo attraverso il quale siamo
finalmente riusciti a metterci d’accordo, questo è un momento importante per le realtà del
Tavolo, perché finalmente abbiamo costruito qualcosa di condiviso, e per la prima volta
possiamo dire di avere qualcosa di nostro, discusso nei singoli gruppi e tutti assieme.
I nodi principali che abbiamo affrontato durante la creazione del documento sono stati:
Distinzione tra volontari e professionisti
L’operatore di pace è un/una professionista, remunerato/a o volontario/a, capace di:
a) operare “nelle” situazioni di conflitto, violenza, crisi, ma anche nella
prevenzione dell’escalation e ricomposizione post-conflitto;
b) operare “sulle” dinamiche di conflitto a diversi livelli (dal micro-conflitto interpersonale, al
macro-conflitto di livello internazionale, passando per il meso-conflitto di natura civile / sociale)
favorendo la trasformazione delle posizioni e relazioni tra le parti;
c) promuovere programmi orientati ad un approccio di costruzione della “pace positiva” tramite
peacebuilding o peacekeeping civile non armato e nonviolento”.
Rapporti con i militari
“Con gli attori armati non può esserci collaborazione o sinergia, nè scorta armata”. Si può
dialogare con tali attori purché non si pregiudichi la finalità nonviolenta della missione in ogni
sua parte.
Ore 11.06 del 10-06-2012 il documento sui Criteri degli Interventi Civili di Pace viene
approvato.
Associazioni aderenti:
Ø Associazione per la pace, referente Luisa Morgantini
Ø Sci, referente Susanna
Ø Un ponte per, referente Martina Pignatti
Ø Centro studi difesa civile, referente Graziano Tullio
Ø Archivio disarmo, referente
Ø Ipri rete CCP, referente Carla Biavati
Ø Papa Giovanni XXIII Operazione Colomba, referente
Ø Tavola per la pace Friuli Venezia Giulia, referente Alessandro Capuzzo
Ø Operatori pace Campania, referente Gianmarco Pisa
Ø Berretti bianchi, referente
Ø Casa per la Pace Milano, referente Ilaria Zambelli
Ø Reteorient onlus, referente Riccardo Troisi
Ø Centro studi Sereno Regis, referente Gianni D’Elia
Ø Movimento nonviolento, referente
Ø Mir, referente Ilaria Ciriaci
Ø Pax Cristi, referente Nandino Capovilla
Ø Rete artisti contro la guerra, referente Eduino Ugolini
Ø Mondo senza guerre e senza violenza (Gruppo di Brescia), referente Tiziana Volta
Ø Conferenza nazionale volontariato giustizia, referente Anna Pia Saccomandi
Associazioni da risentire per conferma entro il 20 giugno:
Ø Peace Brigates International
Ø Centro Gandhi
Ø Libera (Gianni D’Elia chiede a Don Ciotti)
Ø Davide Ziveri dell’associazione Salvagente
Ø Beati costruttori di pace Lisa Clark
Nuove associazioni da contattare:
Ø Emergency (sente Anna Fazi)
Ø Arci
Il Tavolo ribadisce la volontà delle associazioni e dei singoli che ne fanno parte di collaborare
tramite processi partecipativi e di arrivare a decisioni condivise tramite il metodo del consenso.
La facilitazione è il metodo che più si addice a questa modalità decisionale. La leadership
diffusa è uno dei punti cardine del processo partecipato.
FUTURO DEL DOCUMENTO:
L’assemblea discute su obiettivi, proposte operative e calendario comune.
OBIETTIVI:
1. Lavorare in rete: modalità di lavoro da prediligere nella “nuova era” dei movimenti nonviolenti.
2. Riconoscimento ICP: crediamo nella proposta espressa dal documento dei criteri, in cui la rete
si riconosce e che il Tavolo ICP si fa carico di tutelare.
3. Dialogo con le istituzioni: costruiamolo assieme, a tutti i livelli.
CALENDARIO COMUNE:
Ogni associazione dovrà cercare di presentare il documento sul territorio per far si che venga
diffuso il più possibile prima di creare un grande evento nazionale di presentazione. Per
questa fase ciascuno si attiva in date vicino al 2 ottobre, compleanno di Gandhi e festa della
nonviolenza. Porre attenzione al percorso che porterà alla costruzione del Centro per la
Previsione e Prevenzione dei Conflitti Armati e per la Formazione e Preparazione dei Corpi
Civili di Pace, la Rete IPRI aggiornerà il Tavolo sulle novità in merito, per ora il Comune di
Vicenza ha fatto solo promesse.
Forum Nazionale della Cooperazione, Milano 26/27 settembre 2012
Il forum viene preparato da gruppi di lavoro che si riuniscono presso il ministero:
http://www.cooperazioneintegrazione.gov.it/attivit%C3%A0-e-competenze/cooperazione-internazionale/
forumnazionalecooperazione/consultazione.aspx
Il gruppo dove possiamo inserire i nostri contenuti potrebbe essere il n. 5 “Interventi in aree di
crisi”, portando la proposta del peacebuilding (Un ponte per… ne fa parte).
Azioni:
? presentare a Riccardi il documento prima del forum chiedendogli un incontro. (Il
documento ci legittimerà per chiedere l’incontro).
? Chiedere a Riccardi di presentare il documento durante il forum.
? Assopace (Morgantini) e Un ponte per (Pignatti) faranno lobbying per far si che ci sia
spazio dentro al forum.
? Martina Pignatti manderà il link al format.
? Graziano Tullio scriverà il documento che sarà necessario inviare entro il 30 giugno a
nome del Tavolo ICP.
Richieste prioritarie:
? riapertura tavolo istituzionale
? ambito del servizio civile e discussione più ampia
Intervento del gruppo di servizio (GDS)
Presenti: Ilaria, Daniele, Francesco, Luciana e Giada. (Assenti giustificati Leonardo e Andrea)
Il gruppo di servizio si presenta alle associazioni elencando le attività che ha svolto negli ultimi
due anni:
? Sito ICP: www.interventicivilidipace.org/wp,
? Realizzato da Maurizio D’Este con l’aiuto di Maurizio (marito Carla Biavati) e del GDS.
? Il GDS sta caricando il materiale delle associazioni, (progetti passati e progetti
contemporanei)
? Un parte del sito è dedicata agli eventi comuni di formazione, una parte alle news, una
parte ai link delle associazione e alle informazioni multimediali.
? Sul sito verranno poi caricati i contatti delle associazioni e del GDS.
? Oltre al sito, il GDS e Maurizio D’Este stanno lavorando alla creazione dello sportello
che era stato proposto durante l’incontro del Tavolo di gennaio 2011 a Firenze.
? Il GDS chiede alle associazioni presenti di indicare un referente per ogni associazione.
? LE ASSOCIAZIONI POSSONO SCRIVERE, INDICARE I REFERENTI E QUALSIASI
COMUNICAZIONE ALL’INDIRIZZO: [email protected]
? Le due mailing list, quella delle associazioni ([email protected]) e
quella dei volontari ([email protected]), negli ultimi due anni sono state
costantemente monitorate.
? Il GDS cercherà di proporre alternative al logo ICP, in quanto non condiviso da tutti. Si
invitano le associazioni ad inviare proposte per crearne uno nuovo condiviso. All’interno
del tavolo ci sono però anche obiezioni al cambiamento del logo. La decisione è stata
rimandata per mancanza di tempo.
? Luciana Rossi sta lavorando da tempo al file con l’elenco dei formatori alla nonviolenza,
non tutti reperibili, che verrà inviato in mailinglist (solo con nomi e cognomi). Si chiede
a tutti di visionarlo, indicare chi fa ancora formazione e aggiungere nomi e contatti dei
formatori attivi per ogni associazione su temi rilevanti per gli ICP. Contattare Luciana:
[email protected]
Incontro con rete disarmo
Rete Disarmo ci ha comunicato le nuove modalità di organizzazione interna della rete, mentre
il Tavolo ICP ha annunciato l’approvazione del documento dei criteri. Entrambe le reti hanno
concordato di lavorare assieme per rendere il Forum Pace un processo permanente, e di
realizzare assieme se possibile i prossimi eventi nazionali di rilevanza strategica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *