Pillole alfabetiche. W come water

No, non quel water, quello che c’è nei bagni delle nostre case.

«Water» come «acqua», in inglese. Che poi, in effetti c’è da dire qualcosa anche su quel water, quello dove l’acqua (water) è chiusa (closed), chiusa nelle nostre case e ferma sul fondo della tazza di ceramica. Che cosa ci chiede, a proposito dell’acqua, un atteggiamento «volontariamente semplice»? Intanto di considerare che l’acqua che esce dallo sciacquone è potabile e quindi preziosa e quindi da non sprecare. Poi che in realtà ne serve molta meno di quella che sta dentro alla cassetta e perciò conviene mettere una bottiglia di plastica (piena e tappata) dentro alla cassetta. Così il ricarico d’acqua si fermerà prima e nella cassetta ci sarà una più giusta quantità d’acqua per «portare via». Ma via dove? Ecco un altro punto su cui riflettere: l’acqua potabile dello sciacquone lo porta al mare quello che allontana da casa nostra! Certo, dopo averlo depurato, ripulito, chimicamente modificato… ma sempre al mare va a finire. Anzi nell’Oceano, anzi nel mondo, tutto sommato. Perciò: attenzione a quello che buttiamo nel water: non candeggina, né liquidi da contenitori a forma di collo di anatra, né gelatine «profumate» (attrattive per i bambini, però pericolose. Avete visto la pubblicità che mette in guardia le mamme? E già, il bambino che comincia a camminare per casa arriva facilmente all’altezza del water e dentro vede quella che sembra una caramella e immaginate cosa fa?), né detersivi che riportano un teschio sulla confezione…

E per l’acqua da bere che cosa ci suggerisce di fare la semplicità volontaria? Ovvio: bere quella del rubinetto, avere sempre in borsa una bottiglietta vuota da riempire alle fontanelle o in bagno se e quando siamo in giro. Ora che sto scrivendo, penso che forse l’acqua è la cosa più importante in assoluto. Ci pensiamo? Si può stare senza mangiare, ma non senza bere, e anche per «fare il mangiare» serve l’acqua!

Per finire ecco qua una «pillola» che era già pronta e che mi sembra perfetta per cominciare – o continuare – a bere l’acqua del rubinetto, come azione concreta, volontariamente semplice e che si può fare da subito. Cin cin!

Acqua pura

Non compero e non bevo acqua minerale. Bevo (e pago) l’acqua del rubinetto, cercando di non inquinarla a partire da casa mia (quindi non uso detersivi, candeggina, ammorbidenti…).

Prendo l’acqua dal rubinetto con una brocca di vetro, un po’ di ore prima dell’utilizzo (così l’eventuale odore di cloro svanisce).

Ma in più ho «scovato» tempo fa dei bellissimi adesivi trasparenti con disegni vari, da appiccicare sulla caraffa, per «purificare» e «rivitalizzare» e «migliorare» energeticamente l’acqua (o il tè) che vi staziona dentro.

A parte tutto, la caraffa è bellssima decorata così, e poi (trascrivo dal foglietto che accompagna l’adesivo):

«Gli antichi simboli e le parole hanno la capacità di trasferire la loro vibrazione all’oggetto su cui vengono posti. L’adesivo è ideale per rivitalizzare l’acqua e i liquidi in generale ma anche per ricaqricare energeticamente ogni oggetto. Applicare l’adesivo sull’oggetto desiderato (…). Si può applicare su qualsiasi superficie. In lavastoviglie ha una resistenza ridotta». Ecco un altro motivo per non usare la lavastoviglie (io non ce l’ho neanche!)

Attualmente (l’altro adesivo si è consumato, rimanendo però attaccato alla brocca, durando più di due anni!) ho messo un nuovo adesivo, con il Fiore della Vita:

«Nella struttura del Fiore della Vita si riconosce una matematica perfetta. All’interno del Fiore della Vita sono inscrivibili tutte le forme dell’universo: ogni cosa è stata creata e completata attraverso questo schema. Questo simbolo trasmette una vibrazione elevante».

Vi piace l’idea? Riuscite, così, a pensare di bere l’acqua del rubinetto invece della più costosa, più inquinante, più dannosa acqua minerale nelle bottiglie di plastica (anche se bio-degradabile e/o riciclabile)? Se sì:

Maggiori informazioni (anche dove trovare gli adesivi):

InnerLife. Ananda Assisi società cooperativa

fraz. Morano Madonnuccia, 8

06023 Gualdo Tadino (PG)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *