Lo vedi come sei? Per il ciclo IL PONTE D’IRENE, laboratori di reciprocità tra femminile e maschile

sabato 25 febbraio 2012 – dalle ore 9 alle 13 e (per chi desidera approfondire) dalle 14.30 alle 16
sala Gandhi – Centro Studi Sereno Regis – via Garibaldi, 13 – Torino

Il femminile e il maschile costituiscono l’esperienza umana ad ogni strato di complessità. A seconda delle epoche e dei contesti il loro rapporto si è configurato dalla complementarietà all’esclusione, dall’armonia all’oppressione. Nel caso delle società moderne le disuguaglianze perduranti e il grave fenomeno della violenza di genere dimostrano che per eliminare le cause dell’ingiusto squilibrio occorre la corresponsabilità di un’evoluzione culturale condivisa. A tal fine l’educazione alla pace può giocare un ruolo determinate grazie al suo peculiare contributo all’empatia, alla fiducia, alla solidarietà, alla scoperta dei pregiudizi, al superamento dei conflitti. Con questo intento il Centro Studi Sereno Regis propone un itinerario di crescita personale e collettiva verso la promozione della parità degli uomini e delle donne mediante la collaborazione e la conoscenza vicendevole.

Dopo l’appuntamento Incontro di Sguardi dello scorso aprile, eccoci a LO VEDI COME SEI? A confronto con gli stereotipi di genere di ieri, di oggi, forse… di domani!

Conducono Daniela Boero, Chiara Damilano, Karim Metref, Marco Scarnera (formatrici/ori dell’EdaP)

Lo stereotipo è una “scorciatoia”, spesso imprecisa e grossolana, per dare forma al mondo che invece è molto più complesso e multiforme di come appare. Prendere coscienza di come questi pregiudizi influenzino le nostre vite di uomini e di donne significa contribuire al nostro divenire libere/i per comprendere meglio se stesse/i e gli altri.

Metodo: laboratorio di apprendimento cooperativo, attivo e partecipato in cui tutti sono esperti di se stessi e costruiscono il percorso insieme: formandosi formare. Cercheremo di coinvolgerci a livello cognitivo, emotivo e corporeo

Per iscrizioni e informazioni: 011 53 28 24 – [email protected]
La partecipazione è a offerta libera.
Pranzo libero (sono a disposizione i locali del Centro per organizzare un pasto condiviso)

“E’ molto di più e molto più importante ciò che gli esseri umani hanno in comune di quello che ognuno tiene per sé e lo distingue dagli altri” (Hermann Hesse)

Scarico il  volantino  dell’iniziativa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *