Non solo per la vitamina C!

“Ogni limun el gh’à la sua part de bùn”: per i milanesi ogni limone ha la sua parte di buono. Chi non ne apprezza il gusto deve sapere che i limoni, più di altri agrumi, si distinguono per la loro duttilità anche lontano dalle ricette che ne contemplano l’utilizzo. Per gli appassionati del fai-da-te, per gli amanti dell’ecologia domestica o per chi, semplicemente, intende sperimentare, ecco sette usi alternativi.

Sbiancante in lavatrice
È giunta l’ora di mettere da parte la candeggina: per dare più brillantezza a lenzuola e biancheria un po’ scolorite basta aggiungere nel ciclo di lavaggio fino a una mezza tazza di succo di limone.

Rimedio della nonna?
Con il cambio di stagione è facile incorrere in classici mal di gola: prima di precipitarsi in farmacia si può provare ad alleviare il fastidio con una medicina casalinga. Tagliate un limone a metà, infilzatelo come uno spiedino e mettetelo a cuocere sulla fiamma media di un fornello a gas. Attendete che si arrostisca la buccia fino a farla diventare di colore “marroncino” e, una volta raffreddato spremete il vostro mezzo limone. Mescolandolo insieme a un cucchiaino di miele il gioco è fatto: basta mandarlo giù.

Il sole in casa?
Se il vostro obiettivo non è ossigenarvi completamente i capelli ma ottenere un leggero effetto “colpi di sole” vi serve poco più di un’ora per preparare la lozione magica: è questo il tempo per il quale dovete far bollire a fuoco lento le fettine di due limoni (se necessario, a un certo punto della cottura, aggiungete dell’acqua). Il liquido che otterrete dopo aver scolato il contenuto della pentaola andrà versato in una bottiglietta spray: schiacciate per credere.

Effetto sgrassatore?
Chi non si è trovato almeno una volta nella vita, dopo aver lasciato la grattugia in ammollo per ore, a utilizzare uno stuzzicadenti per pulire i forellini in cui sono rimaste incastrate le tipiche briciole di formaggi morbidi o altri cibi tenacemente appiccicosi? Se non volete trovarvi più in questa situazione, prendete le due metà di un limone e cominciate a sfregare su entrambi i lati della grattugia con il lato della polpa: alla fine non troverete più alcun residuo.

Anche l’occhio vuole la sua parte?
Avete gente a cena e volete portarvi avanti perché la vostra vita è già abbastanza piena di impegni per ridurvi all’ultimo momento con la macedonia ancora da preparare. Vi mettete con impegno a tagliare mele e pere, le chiudete in una ciotola che magari coprite con della pellicola trasparente e, se proprio volete esagerare e la temperatura fuori è ancora molto calda riponete tutto in frigorifero. Dopo i complimenti per primi e secondi, però, scivolate malinconicamente sulla frutta, la portata più semplice: lo capite dagli occhi degli invitati che quelle mele e quelle pure un po’ marroni hanno un aspetto tutt’altro che invitante. Come fare la prossima volta? Una volta tagliate a tocchettini, spruzzate sulla vostra frutta un po’ di succo di limone: quando le servirete in tavola sembreranno appena colte.

Pigri e accontentati?
Non avete la forza necessaria per mettervi a spremere limoni che vi sembrano troppo faticosi da affrontare? State tranquilli, le vostre stanche membra non avranno difficoltà se prima di procedere con lo spremiagrumi scaldate i vostri limoni per 20 secondi nel forno microonde.

Profumo di pulito?
Cucinare senza sporcare taglieri e piani di appoggio è missione davvero impossibile. La situazione peggiora se le nostre ricette prevedono l’utilizzo di cibi un po’ “puzzolenti”. Il principio è sempre lo stesso ma il risultato è, ancora una volta, assicurato: tagliate il limone in due e spremete il succo sulla superficie unta e maleodorante. A questo punto vi servono solo olio di gomito e pazienza: dopo aver sfregato con una spugna bisogna infatti lasciare al limone il tempo di agire. Solo dopo venti minuti si può procedere con il risciacquo, che vi restituirà piani lindi e aria profumata nel modo più naturale che ci sia.

Per togliere il calcare è una bomba!!!! spremete il limone sopra i rubinetti, dopo 5 min risciacquate e splendono!!!! (benissimo su parti in acciaio tipo lavello cucina e vetro doccia!!!)

Io uso da sempre il limone come tonico e detergente per il viso… mi passo proprio mezzo limone sulla pelle ed è utile anche come astringente per i pori dilatati. E’ anche un ottimo sbiancante per le mani e le unghie ingiallite dal fumo di sigaretta.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *