Il conflitto tribale in “Jharkhand” India

Serata di presentazione del Campo Studio Nonviolenza tenutosi in Jharkhand nel Settembre-Ottobre 2011
giovedì 1 dicembre 2011 – ore 21.00
Sala Gandhi – Centro Studi Sereno Regis – via Garibaldi, 13 – Torino

Un conflitto sconosciuto all’occidente sta attraversando quella che si candida a essere la seconda potenza mondiale. Gli episodi di guerra civile si snodano lungo la tribal belt, ossia la parte orientale del paese nelle cui foreste risiedono gli Adivasi: gli aborigeni indiani. Da una decina di anni a questa parte, un movimento Maoista, nato alla fine degli anni ’60 con il nome di naxalismo, ha ripreso la sua lotta armata, ponendosi come espressione politica delle rivendicazioni economiche e sociali espresse dalle tribù indigene.

5 studenti dell’Università di Torino, che si sono recati nelle aree rurali dell’India centrale, riporteranno i risultati della loro indagine sul conflitto tra i guerriglieri Naxaliti ed Esercito Indiano, inquadrando il fenomeno all’interno della più complessa questione tribale.

La serata del 1 dicembre vuole essere un’occasione per sentire le testimonianze dirette dei volontari di ritorno dall’India, oltre che rappresentare un collegamento ideale con l’assegnazione del premio “Gandhi Foundation International Peace Award” a Bulu Imam, antropologo e attivista ambientale che si batte per la difesa dei diritti tribali in Jharkhand, lo stato indiano con la maggior presenza di Adivasi.

Realizzato dal Centro Studi Sereno Regis in collaborazione con il Circolo Arci Shanti e Scianti e il CDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *