Convegno – Il futuro ha radici antiche. La via della nonviolenza in un pianeta limitato

La via della nonviolenza in un pianeta limitato
sabato 8 ottobre 2011 – a partire dalle
ore 9 – termine ore 18.30
Sala conferenze del Museo Regionale di Scienze Naturali – via Giolitti, 36 – Torino

Programma

Mattino : “La forza dell’anima, essendo naturale, non viene registrata dalla storia” (M. K. Gandhi)

Angela Dogliotti Marasso: Accoglienza come rappresentante del Centro Studi Sereno Regis e richiamo alla Giornata Mondiale Gandhiana della Nonviolenza

Marinella Correggia: Presentazione del convegno come moderatrice e introduzione sul recupero del pensiero di Gandhi e di Kumarappa

Giuliano Martignetti: La crisi del potere politico è orientata alla catastrofe globale? La risposta dei movimenti: nonviolenza e nuove istituzioni

Luca Giunti: Quali diritti per l’ambiente in una democrazia sostenibile?

Guido Viale: Modernizzazione o riconversione? Modelli per una transizione dei sistemi produttivi verso la sostenibilità

Dibattito

Pranzo conviviale

Pomeriggio : “Vivere semplicemente per permettere agli altri semplicemente di vivere” (M. K. Gandhi)

Compagnia Alnair (playback theatre): Introduzione

Attività del pubblico, facilitate da formatori del Gruppo di Educazione alla Pace Marilena Cardone del CSSR (EdaP), da membri dell’Ecoistituto Pasquale Cavaliere del CSSR, in collaborazione con gli elementi della Compagnia Alnair
Condivisione in assemblea e conclusioni

 

Quest’anno il Centro Studi Sereno Regis ha dedicato le principali attività di ricerca e di divulgazione al legame fra umanità e mondo. Riscoprire le nostre risorse scientifiche e morali ed impiegarle per una cultura di pace, rispettosa degli equilibri naturali, è stato lo scopo caratteristico delle iniziative del 2011, articolate in due fasi:

* da marzo a maggio un ciclo di cinque incontri, chiamato L’apporto della nonviolenza nell’odierno sistema socio economico;

* a ottobre un Convegno focalizzato sulle condizioni per una democrazia, basata sui pilastri della nonviolenza e della sostenibilità ambientale.

Nella ricorrenza della Giornata Mondiale della Nonviolenza, indetta dall’ONU per commemorare la nascita di Gandhi (2 ottobre 1869), il Convegno accosta la storicità e la natura. L’idea di fondo è l’urgenza di progettare l’avvenire a partire dall’eredità del passato, salvaguardando tutte le specie e i loro habitat. Infatti solo quando accettiamo le profonde relazioni che ci uniscono ad ogni organismo vivente, siamo in grado di aprirci all’altro da noi in atteggiamento di accoglienza e di solidarietà. Al contrario ignorare i propri limiti conduce alla strumentalizzazione, allo sfruttamento e all’autodistruzione. In questa luce la consapevolezza di appartenere a un destino comune discrimina le vie della violenza e della nonviolenza.

I lavori del Convegno si sviluppano in due momenti:

al mattino le linee guida teoriche verranno esplorate nelle aree esemplificative della politica, del diritto e dell’economia;

nel pomeriggio saranno valorizzate l’esperienza e la creatività dei partecipanti, che contribuiranno a prefigurare le nuove attività formative e pratiche, promosse dal Centro Studi Sereno Regis.

L’ingresso è gratuito.

Organizzato dal Centro Studi Sereno Regis con Gruppo ASSEFA Torino e Movimento Internazionale della Riconciliazione-Movimento Nonviolento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *