Fare la pace osando la pace

Nonviolenza: quandoCOMEperché
martedì 17 maggio 2011 –  ore 21,00
Diavolo Rosso – piazza san Martino, 4 – Asti

Dibattito tra tutti i presenti e:
Le Bambine e i Bambini della 4C Scuola Primaria rio Crosio Asti
Nanni Salio – Centro Studi Sereno Regis Torino
Stefania Calza – Emergency Kabul
Beppe Passarino – Ex assessore Ufficio Pace di Asti
Paolo Archetti – Voce e chitarra Yo Yo Mundi

Scarica la locandina

Costituzione della Repubblica Italiana art. 11
L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali;
consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni;
promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

Lettera delle bambine e dei bambini della 4C (primaria rio Crosio di Asti)al Ministro della Difesa
… è impossibile raggiungere la pace seminando guerre.
Sappiamo che in Italia tutti i cittadini hanno il diritto di esprimere la propria opinione e noi,
in quanto cittadini del mondo che voi adulti ci lascerete, vorremmo darle il nostro modesto consiglio…
Invece che spendere tanti soldi per le armi, sarebbe meglio usarli per offrire aiuti concreti alle popolazioni e un lavoro diverso ai soldati con il quale essi possano sentire di servire lo stesso o ancor meglio la loro Patria.
Per favore signor Ministro, dimostri a noi bambini che è possibile risolvere i conflitti con la testa,
il cuore e con le parole e non con la violenza come gli uomini primitivi incapaci di ragionare.
Secondo noi, quindi, bombe NO, perchè fanno solo del male!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *