Non fare il soldato. Studi sull’antimilitarismo e sul rifiuto della coscrizione nella storia d’Italia

Convegno nazionale in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia

venerdì 1 aprile 2011 – dalle ore 14.30 alle ore 19.00
Museo Diffuso della Resistenza, corso Valdocco, 4/a – Torino

Il convegno prevede una rassegna degli studi già realizzati e si pone l’obiettivo di dare indicazioni di nuove vie per la ricerca. I relatori forniranno un quadro quantitativo generale facendo particolare attenzione ai rifiuti della leva: l’attenzione sarà rivolta ai comportamenti sociali così come alle più importanti teorizzazioni.

Il Convegno è realizzato in collaborazione con il Centro Inter-Universitario di Studi e Ricerche Storico-Militari, nell’ambito di Esperienza Italia 150°, con il patrocinio della Città di Torino, della Provincia di Torino e grazie al sostegno della Regione Piemonte, della Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT.

Il Convegno è inserito all’interno del progetto: “Briganti o obiettori? La renitenza alla leva alla nascita dell’Unità d’Italia”, finanziato dall’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte attraverso l’apposito bando per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che prevede anche la realizzazione dello spettacolo teatrale della compagnia torinese Assemblea Teatro dal titolo “Guerra e Pace”.

Per informazioni si prega di contattare la dott.ssa Ilaria Berio, presso il Centro Studi Sereno Regis allo 011532824 oppure al 3493638096 o a mezzo posta elettronica all’indirizzo [email protected]

PROGRAMMA

Presiede Giorgio Rochat (Università degli Studi di Torino)

Nicola Labanca (Università degli Studi di Siena): Introduzione ai lavori
Paola Bianchi
(Università della Valle D’Aosta): L’introduzione della coscrizione e reazioni nell’Italia del periodo napoleonico
Gianni Oliva
(storico): Soldati e renitenti, il rapporto tra esercito e paese dall’Unità d’Italia alla prima guerra mondiale
Bruna Bianchi
(Università Ca’ Foscari Venezia): L’Italia liberale e la prima guerra mondiale: militarizzazione, diserzione, renitenza
Nicola Labanca
(Università degli Studi di Siena): L’Italia repubblicana e l’obiezione di coscienza
Eros Francescangeli
(storico e fondatore della rivista «Zapruder»): L’antimilitarismo attivo dei Proletari in divisa e dei soldati democratici (1970-1978)
Bruno Segre
(avvocato e fondatore della rivista «L’incontro»): Una testimonianza sui processi agli obiettori

Dibattito generale

Nanni Salio (Presidente del CSSR): Conclusione dei lavori



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *