Il diritto all’alimentazione: come possiamo contribuire alla lotta alla miseria e al sottosviluppo

mercoledì 23 marzo 2011 ore 17.00-19.30
Fondazione Luigi Einaudi, Via Principe Amedeo, 34 – Torino,

Intervengono Monica Frassoni, Copresidente Partito Verde Europeo e Carlo Petrini, Presidente Slow Food

Introduce e modera Alfonso Sabatino, Presidente MFE, Torino

Interventi programmati:
Paolo Ceratto,
United Nations System Staff College (UNSSC), Consigliere SIOI;
Giorgio Cingolani
, Centro Studi Sereno Regis;
Roberto Palea
, Centro Einstein di Studi Internazionali.

Sulla base di dati FAO recenti, circa un miliardo di persone non ha accesso a un’alimentazione sufficiente e soffre la fame. Allo stesso tempo, grazie allo sviluppo dei paesi emergenti e alla conseguente dilagante urbanizzazione, la domanda mondiale di derrate è cresciuta in quantità e qualità con evidenti pressioni sui prezzi internazionali e affermazione di fenomeni speculativi. Non a caso le tensioni emerse nel mondo arabo sono state innescate dall’aumento del prezzo del pane. Poche grandi multinazionali della distribuzione al dettaglio sono oggi in grado di controllare tutta la filiera degli approvvigionamenti fino a condizionare e a standardizzare le qualità coltivate, con ripercussioni negative sui contesti ambientali, sociali ed economici di produzione primaria. Monoculture a fini industriali, produzione di biocarburanti, la stessa urbanizzazione sottraggono progressivamente ampie distese alle produzioni alimentari e all’allevamento.

Oggi si dimentica che la terra è un “bene comune” dell’umanità, che l’alimentazione è un diritto della persona e che occorre ripristinare la “sovranità alimentare”.

E’ possibile esercitare il controllo democratico sui processi di produzione, distribuzione e consumo delle derrate nella doppia dimensione locale e mondiale? Quale modello di politica agricola realizzare?

La FAO può assumere il ruolo di Authority mondiale di regolazione dei mercati, pronta a integrare le deficienze produttive cicliche e strutturali che possono manifestarsi nelle varie regioni del mondo?

A cura di L’AICCRE-Federazione regionale Piemontese, il Centro Einstein di Studi Internazionali, il Centro di Ricerca e Documentazione “Luigi Einaudi”, il Centro Studi “Piero Gobetti”, il Centro Studi Sereno Regis, il  Centro Studi sul Federalismo, la Fondazione “Luigi Einaudi”, la Fondazione Istituto Piemontese “A. Gramsci”, il Movimento Federalista Europeo, Paralleli – Istituto Euromediterraneo del Nord Ovest, il Cie – Centro Iniziativa per l’Europa, l’Ipalmo Nord Ovest, l’Istituto di Studi Storici “Gaetano Salvemini”, la Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI)

Si prega di dare conferma della partecipazione al seguente recapito: Movimento Federalista Europeo, via Schina 26 – 10144 TORINO. Tel/Fax 011 4732843. [email protected]

Sarica l’INVITO per il 23 marzo 2011

Segnaliamo altrresì che sempre mercoledì 23 marzo alle 20,30, al Museo Regionale di Scienze Naturali di via Giolitti 36 a Torino, viene presentato il rapporto annuale State of the World 2011 –  Innovazioni che nutrono il pianeta – del  Worldwatch Institute (il più autorevole centro di ricerca interdisciplinare sui trend ambientali del nostro pianeta).

L’evento, presentato dall’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro onlus ed Edizioni Ambiente in collaborazione con il Museo Regionale di Scienze Naturali e Green commerce è per la prima volta dedicato al tema dell’alimentazione e della produzione agroalimentare. Modera l’incontro Silvia Rosa Brusin, Rai3 TG Leonardon e partecipano Carlo Petrini, presidente internazionale Slow Food e Mario Salomone, presidente delI’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro onlus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *