A volte ritornano…

Ci siamo quasi, ma è bene fin da ora pensare a qualcosa per la giornata M’illumino di meno. A casa nostra per esempio facciamo tutto a lume di candela, lasciando accesa solo (ma veramente solo) la radio, per seguire in diretta gli spegnimenti in tutt’Italia e anche all’estero. L’iniziativa è partita infatti da una trasmissione radiofonica che s’intitola Caterpillar, su Radio 2 (95,60 se dovete cercare la frequenza).

Qua sotto trovate un riassunto del comunicato stampa diffuso da Caterpillar; segnate sull’agenda la data e organizzate una «cena a lume di candela» a casa vostra!

M’illumino di meno 2011

Uniti nell’energia pulita

Il 18 febbraio 2011 torna M’illumino di meno, la più radiofonica campagna sul risparmio energetico mai escogitata sul globo terracqueo.

Anche quest’anno Caterpillar invita comuni, associazioni, scuole, aziende e case di tutt’Italia ad aderire all’iniziativa creando quel “silenzio energetico” che ha coinvolto le piazze di tutt’Europa negli anni scorsi, per fare spazio, dove possibile, ad un’accensione virtuosa, a base di fonti rinnovabili.

Allo stadio attuale della ricerca tecnologica è già possibile produrre energia con il sole, il vento, il mare, il calore della terreno o con le biomasse. Facendo appello all’inesauribile ingegno italico invitiamo tutti, dagli studenti ai precari, dalle aziende in crisi alle amministrazioni comunali, a misurarsi con la green economy adottando un sistema pulito per spegnere lo spreco. Segnalateci la vostra intenzione di ideare dei M’illumino Mob, eventi che riuniscano più persone, privilegiando luoghi aperti e pubblici, particolarmente visibili, per testimoniare la necessità di una gestione più «illuminata» del nostro futuro.

Anche all’estero cercheremo esperienze di razionalizzazione dei consumi e di amministrazioni virtuose dal punto di vista della gestione sostenibile delle risorse energetiche.

Su www.caterpillar.rai.it, sarà possibile segnalare la propria adesione e trovare tutti i materiali per diffondere l’iniziativa nei posti di lavoro, a scuola o nella propria città.

(a cura di Cinzia Picchioni – Per contatti: via Bertola, 57 – Torino – 011539170)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *