Futuro Glocale – Recensione di Nanni Salio

Vincenzo Pira, a cura di, Futuro Glocale. La Cooperazione Internazionale e gli Obiettivi del Millennio, La Meridiana, Molfetta 2010, pp. 135, euro 15

Gli 8 Obiettivi di sviluppo del Millennio lanciati dalle Nazioni Unite nel 2000 costituiscono uno degli impegni più ambiziosi della comunità internazionale, che dovrebbero essere raggiunti nel 2015.

Tuttavia, man mano che la data si avvicina, gli obiettivi si allontanano.

E’ quindi utile l’agile manuale a cura di Vincenzo Pira rivolto agli operatori di ONG, Enti Locali, Associazioni che si occupano di Cooperazione Internazionale, per tentare di chiarire la natura dei problemi che abbiamo di fronte.

Nella prima parte del manuale vengono affrontati alcuni nodi concettuale tuttora problematici, nonostante l’enorme mole della letteratura sull’argomento: cosa si intende per sviluppo, cos’è la povertà, cosa sono gli indicatori di sviluppo umano e di povertà umana. Tema vasto, descritto sinteticamente, su cui bisogna fare una osservazione di ordine generale. Sarebbe bene distinguere il concetto di povertà da quello di miseria, come sostenuto con ricchezza di argomentazioni da molti autori sia in passato (da Gandhi a Ivan Illich) sia nel dibattito più recente (Rahnema Majid, Quando la povertà diventa miseria, Einaudi, Torino 2005).

La seconda parte del manuale riguarda la progettazione della cooperazione decentrata, con utili indicazioni su come accedere ai fondi e ai bandi dell’UE. Ricca di informazioni e suggerimenti, fonte di esperienza diretta, questa sezione è uno strumento che risulterà utile per coloro che operano nel vasto settore della Cooperazione Internazionale, per evitare il ripetersi di errori commessi in passato.

Nanni Salio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *