Insieme per la pace? Il contributo delle religioni alla costruzione della pace

domenica 6 febbraio 2011 – ore 15.30
Corso Vittorio Emanuele II , 23 – Torino (Sala Valdese)

Interverranno:
Ori Sierra (Ebraismo)
Luca M. Negro (Cristianesimo)
Carla Gianotti (Buddhismo)
Hamsananda Giri (Hinduismo)
Brahim Baya (Islam)
Giovanni Leonardi (Fede Baha’i)
Elena Camino (Spiritualità laica)
Modera: Elsa Bianco
Letture: Daniela Falconi

Il Gruppo Interreligioso INSIEME PER LA PACE di Torino è attivo da quindici anni; si ritrova, in sintonia di intenti, presso il Centro Studi Sereno Regis, in via Garibaldi, 13 – Torino.
Per contatti e informazioni: tel: 011.4474572 e-mail: [email protected]

Scarica il volantino in pdf: Giornata Mondiale delle Religioni 2011

Per ricordare la Giornata Mondiale delle Religioni, giunta alla sua 62a edizione, il gruppo interreligioso “Insieme per la Pace” di Torino promuove anche quest’anno un incontro a carattere interreligioso con la partecipazione di esponenti di sei diverse religioni.
Saranno infatti rappresentate le seguenti tradizioni religiose:
Ebraismo (Ori Sierra), Cristianesimo (Luca Negro), Buddhismo (Carla Gianotti), Hinduismo (Hamsananda Giri), Islam (Brahim Baya), Fede Baha’i (Giovanni Leonardi).
A queste si unirà la voce del gruppo Assefa-Torino (Elena Camino) per testimoniare l’impegno per la pace di una spiritualità laica.
L’incontro, introdotto e moderato da Elsa Bianco, sarà scandito da letture di testi sulla pace, con Daniela Falconi, cui seguirà il commento delle e dei partecipanti. Alle parole si alterneranno musiche e immagini, arricchendo in maniera evocativa la comunicazione verbale e favorendo un clima meditativo corale.
Il gruppo promotore auspica di poter offrire, anche con questa occasione, una opportunità di particolare significato: ascolto, conoscenza, scoperte, bellezza spirituale e artistica sono caratteri di un incontro che può trasformarsi in “dialogo”.
Per esprimere lo spirito che si vuole trasmettere, ricordiamo Raimon Panikkar: entro in dialogo con voi, perché ho bisogno di voi, non solo perché ho da insegnare qualcosa, ma per imparare, perché non ho ancora la verità.
Incontrarci intorno al tema della pace permetterà a tutti i partecipanti di vivere un momento capace ancora di suscitare speranza, la speranza in un mondo “diverso”: quello già indicato dalle fonti delle diverse tradizioni a cui si vuole “insieme” ritornare, per aiutarci a vivere la pace anche nell’ impegno storico e con reciproca riconoscenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *