Contro la cultura dello sterminio: in ricordo di Etty Hillesum

mercoledì 26 gennaio 2011 – ore 18
Sala Gandhi – Centro Studi Sereno Regis – via Garibadi, 13 – Torino

Una breve introduzione e la proiezione di alcuni spezzoni video serviranno a sollecitare il confronto tra i partecipanti sulla figura di questa giovane donna e sulla sua spiritualità, vitale fonte di resistenza alla brutalizzazione e alla deumanizzazione che la macchina di morte del nazismo si propone di realizzare, insieme alla distruzione programmata dei corpi. L’incontro vuole essere occasione di riflessione su ciò che può contrastare le culture dello sterminio.

Il 27 gennaio 1945 vennero abbattuti i cancelli di Auschwitz. Simbolicamente in questa data è stato istituito il Giorno della Memoria, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

«In occasione del “Giorno della Memoria”, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere».

Legge n. 211 del 20 luglio 2000, art. 2

Una replica a “Contro la cultura dello sterminio: in ricordo di Etty Hillesum”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *